Salone di Parigi 2016

Hyundai i30 2015 Turbo: prova su strada, prezzi, opinioni e consumi [FOTO]

Hyundai i30 2015 Turbo: prova su strada, prezzi, opinioni e consumi [FOTO]
da in Auto 2015, Auto nuove, Hyundai, Hyundai i30, Prove auto su strada
Ultimo aggiornamento: Martedì 26/05/2015 16:24

    In questa prova su strada facciamo la conoscenza della Hyundai i30 Turbo. Si tratta di un modello nuovo all’interno del rinnovamento dell’intera gamma Hyundai. Infatti il restyling generale della i30, la berlina di segmento C del costruttore coreano, ha portato come regalo l’ingresso di questa versione sportiva che non esisteva nella generazione precedente. Potente quanto basta, sicura, la i30 Turbo può costituire una valida alternativa per chi vuole divertirsi alla guida senza svenarsi. Entriamo ora nei dettagli di questa vettura.

    All’esterno la Hyundai i30 Turbo si distingue dalle sorelle per i dettagli sportivi, ovviamente. All’anteriore la grande griglia esagonale comune a tutta la gamma coreana è terminata da un bordo rosso che delimita la parte inferiore del paraurti. Quest’ultimo, che nella i30 normale viene interrotto dalla griglia, qui è un elemento continuo, molto spigoloso. I fendinebbia a Led occupano uno spazio ridotto per fare posto alle grandi prese d’aria laterali. Non si notano differenze visibili nel profilo. Al posteriore invece la i30 Turbo si riconosce subito, anche senza leggere la scritta. E’ completamente diversa la parte inferiore: i catarifrangenti sono orizzontali e circondati da una griglia, è differente la sagoma della zona portatarga. Sotto troviamo i doppi terminali di scarico, di forma circolare, ed un estrattore. Chiudono il tutto i cerchi in lega da 18 pollici. La carrozzeria può essere a tre o cinque porte.

    Hyundai i30 Turbo dimensioni

    La Hyundai i30 Turbo e il resto della famiglia i30 hanno dimensioni analoghe, salvo che nella carreggiata, leggermente più stretta nella Turbo. Ricapitoliamole: lunghezza 4.300 mm, larghezza 1.780, altezza totale 1.470, passo 2.650 mm; carreggiata anteriore 1.553 mm (1.569 le altre), carreggiata posteriore 1.545 mm (1.577). La massa a vuoto (cioè vettura, liquidi e conducente) è abbastanza contenuta: 1.380 Kg la versione a tre porte, 1.394 quella a cinque.

    Hyundai i30 Turbo bagagliaio

    E’ identica alla serie normale anche la capacità del bagagliaio, che va da 378 a 1.316 litri. I sedili posteriori sono sdoppiabili.

    Hyundai i30 Turbo interni

    All’interno della Hyundai i30 Turbo spiccano i sedili sportivi in rivestimento misto pelle/tessuto (optional interamente in pelle) con inserti in rosso, colore “racing” per eccellenza. Non poteva mancare la pedaliera in alluminio che, su auto di questo tipo, fa sempre la sua bella figura. Anche la leva del cambio segue il tema dei sedili: cuciture della cuffia in rosso, come rossa è la parte superiore; la leva è corta e l’impugnatura rotonda, di stampo sportivo. Anche sul volante multifunzione troviamo la cucitura del rivestimento in pelle di colore rosso. I sedili sono avvolgenti al punto giusto.

    Hyundai i30 Turbo motore

    E veniamo al pezzo forte della Hyundai i30 Turbo. Il motore è un 4 cilindri 1.6 sovralimentato ad iniezione diretta di benzina. La distribuzione avviene tramite bialbero, 16 valvole e fasatura variabile. Testata e blocco cilindri sono in lega di alluminio. La potenza massima è di 186 cavalli e si raggiunge a 5.000 giri. La coppia massima arriva a 265 Newton metri, disponibile da 3.500 giri. Il cambio è manuale a 6 rapporti. Le sospensioni sono di tipo McPherson all’anteriore e Multilink al posteriore. Per quanto riguarda le prestazioni, la i30 Turbo accelera da 0 a 100 Km/h in 8 secondi netti. La velocità massima è di 219 Km/h. Arriviamo ai consumi. La casa dichiara sui test del ciclo medio combinato un valore di 7,3 litri per 100 Km (13,7 Km/l); sul percorso extraurbano si scende a 6 litri (16,6), mentre sul ciclo urbano il consumo è di 9,6 litri (10,4 Km/l).

    Hyundai i30 Turbo prova

    Eccoci alla nostra prova su strada. La Hyundai i30 Turbo è stata concepita per divertirsi in modo ragionevole, senza arrivare ad estremi. Questa fascia di mercato è piena di concorrenti; alcune hanno prestazioni decisamente superiori, tuttavia i prezzi salgono con differenze anche di diecimila euro, come la Volkswagen Golf GTI, la Seat Leon Cupra, l’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde o la Ford Focus ST3; altre hanno prezzi più contenuti, pur mantenendo potenze più elevate, come la Peugeot 308 GT, o addirittura imponenti, come la Renault Mégane Coupé RS. Ma non si deve dimenticare che più aumentano i cavalli, maggiori sono le tasse, i consumi, la manutenzione. Come sempre, dipende da quello che si cerca. Poiché non tutti navigano nell’oro, la Hyundai i30 Turbo offre un intelligente compromesso fra potenza, equipaggiamento, prezzo e costi di manutenzione. E nei confronti ad esempio di Audi A3 1.8 TFSI e BMW 120i ci sono delle sorprese interessanti. Che impressioni si ricavano guidando la Hyundai i30 Turbo? Non è un mostro, i mostri costano. Ma il 1.6 sovralimentato spinge abbastanza per regalare accelerazioni esuberanti, e nei percorsi tortuosi l’eccellente tenuta di strada permette veramente di divertirsi. Il cambio manuale è preciso, gli innesti sono rapidi. Nell’arco di funzionamento della turbina i rettilinei diventano piacevolmente corti. Il volante multifunzione consente una buona impugnatura e non è ingombrante; il quadro comandi visualizza le informazioni necessarie. Un’ottima auto per guidare con brio senza uccidere il portafoglio.

    Hyundai i30, prova su strada

    E veniamo al listino prezzi. La Hyundai i30 Turbo offre di serie tutto ciò che serve per un utilizzo normale. Dalle ruote da 18 pollici al sedile guida regolato elettricamente; dai fari bi-xenon con luci diurne e posteriori a Led ai retrovisori elettrici; dai sensori di parcheggio posteriori alla pedaliera in alluminio; dalla radio con bluetooth ai comandi al volante, e molto altro ancora. Tra gli optional troviamo lo sport pack da 3.000 euro che comprende navigatore con retrocamera, climatizzatore automatico bi-zona (quello di serie è manuale), freno a mano elettrico, pulsante di avviamento, maniglie esterne cromate, tetto apribile panoramico elettrico, vetri posteriori oscurati. L’allestimento è unico. La versione a tre porte ha un prezzo di listino chiavi in mano di 23.400 euro; quella a cinque porte costa 24.000 euro.

    1190

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI