Hyundai ix35 FCEV fuel cell: caratteristiche, autonomia e prestazioni [FOTO e VIDEO]

Hyundai ix35 FCEV fuel cell: caratteristiche, autonomia e prestazioni [FOTO e VIDEO]

A guardarla sembra una normalissima Hyundai ix35, la FCEV

da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2014, Auto Ecologiche, Auto nuove, Fuoristrada e SUV, Hyundai, Hyundai iX35, Video Auto
Ultimo aggiornamento:
    Hyundai ix35 FCEV: prezzo dell'auto a idrogeno

    A guardarla sembra una normalissima Hyundai ix35, la FCEV. In realtà dietro alla sigla si cela una meccanica tutta diversa. FCEV, infatti, sta per Fuel Cell Electric Vehicle, ossia la versione alimentata ad idrogeno del classico SUV coreano. Risultato di 14 anni di studi e ricerche sull’alimentazione ad idrogeno con sistema di celle a combustibile, l’ix35 Fuel Cell rappresenta la terza generazione di veicoli Hyundai a idrogeno. Già dal 2013 l’azienda sta via via distribuendo esemplari di ix35 FCEV anche in Europa, scelti da enti pubblici ed aziende private, dove l’Unione Europea ha stabilito un programma di sostegno alla mobilità alimentata a idrogeno – oltre ad avviare la realizzazione delle necessarie infrastrutture. Prima di avviarci a parlare della vettura, è interessante citare il fatto che questa versione è stata selezionata tra altre 16 candidate come la “vettura più ecologica dell’intera industria automobilistica”, nonchè è stata anche inserita nella Top 10 delle più efficaci soluzioni per la mobilità sostenibile del 2013, unica vettura nella sezione trasporti del rapporto.

    FCEV di terza generazione

    Come abbiamo già accennato, la Hyundai ix35 FCEV rappresenta la terza generazione di vetture della casa coreana alimentate a cella combustibile. Dal 2000, quando venne lanciata la prima Santa Fe FCEV, fra i cinque maggiori costruttori mondiali, l’azienda è all’avanguardia nello sviluppo di celle combustibili ad idrogeno: peraltro, in questi anni ha realizzato in Corea del Sud (a Mabuk) il Centro R&D specifico più grande al mondo.

    Nel 2005, fu la volta della presentazione della seconda generazione di questo tipo di veicoli, con la Hyundai Tucson FCEV, equipaggiato con la prima cella a combustibile da 80 kW, equivalenti a 109 CV, realizzata dall’azienda.Nel 2011 è stata la volta di Hyundai ix35 FCEV, che ha mostrato i considerevoli vantaggi ecologici propri di questa tecnologia, conservando inalterate le caratteristiche di sicurezza, le dotazioni, la praticità e le prestazioni del SUV trazionale. Esteticamente, si distingue dalla ix35 attualmente in commercio unicamente per una griglia frontale specifica e per qualche altro dettaglio tecnico – come l’assenza del tubo di scarico. Insomma, difficile distinguerla da una alimentata a benzina o gasolio.

    Rispetto alla versione precedente, quella della Tucson, la ix35 può vantare un’autonomia superiore del 50%, una miglior efficienza energetica (+15%) ed una riduzione dell’80% dei costi di produzione. Inoltre, grazie alla semplicità del progetto, è molto semplice integrare la produzione di questi esemplari “ecologic” accanto alle varianti tradizionali sulle linee produttive dello stabilimento di Ulsan (Corea del Sud).

    Scheda tecnica

    anteriore hyundai ix35 fcev

    Equipaggiata con una struttura di celle a combustibile in grado di fornire una potenza equiparabile ad un propulsore elettrico da 100 kW, 136 cavalli, e di due serbatoi di stoccaggio dell’idrogeno con una capacità complessiva di 5,64 kg (celati alla vista sotto il piano di carico), questa sport utility è in grado di percorrere fino a 594 km con un singolo pieno, con emissioni limitate al solo vapore acqueo.

    I serbatoi sono alloggiati in un apposito vano sotto al pianale di carico, che vanno ad incidere solo leggermente sulla capienza del bagagliaio: parliamo di 465 litri, contro i 591 della versione normale.

    Essendo dotata di un motore elettrico, si viaggia nel più completo silenzio: anche all’avviamento, premendo il pulsante Start/Stop sulla plancia, non si avverte alcun suono. Grazie anche ai suoi 300 Nm di coppia, che si fanno sentire fin da subito, le prestazioni sono paragonabili in tutto e per tutto alla tradizionale versione 1.7 CRDi: accelerazione da 0 a 100 km/h in 12,5 secondi e velocità massima di 160 km/h. Per ridurre i consumi di idrogeno, l’auto monta la sola trazione anteriore e non il sistema integrale. Può circolare su strada fino ad una temperatura esterna di -20°C, grazie all’elevata qualità della batteria ai polimeri di litio da 24 kW, sviluppata in collaborazione con LG.

    Il peso è ovviamente più elevato rispetto a quello delle versioni con motore a scoppio, dovuto principalmente alla presenza delle batterie. Parliamo di 1.980 kg in ordine di marcia. Per frenare la vettura troviamo un impianto frenante con dischi anteriori ventilati da 300 mm e posteriori da 262 mm, capace di frenare da 100 km/h in 41,7 metri. Le ruote hanno pneumatici misura 215/70 R16, mentre le dimensioni esterne prevedono una lunghezza di 4.410 mm, una larghezza di 1.820 mm, un’altezza di 1.670 mm ed un passo di 2.640 mm.

    Il consumo dichiarato è di 0,95 kg di idrogeno per fare 100 km. Giusto per avere un termine di paragone, tenete presente che il prezzo al kg si aggira attorno ai 10 euro.

    821

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAnticipazioni AutoAuto 2014Auto EcologicheAuto nuoveFuoristrada e SUVHyundaiHyundai iX35Video Auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI