Motor Show Bologna 2016

Incentivi statali: ci saranno a livello europeo

Incentivi statali: ci saranno a livello europeo

In ogni caso ci sarebbe da dire che per lo Stato gli incentivi, quando va male, sono a costo zero, ma male non va mai e per ogni auto venduta l’erario ci guadagna sempre e, dunque, questa ritrosia eventuale nell’accordarli anche per il prossimo anno ci sembra un tantino pretestuosa

da in Incentivi Auto, Mondo auto, Sergio Marchionne
Ultimo aggiornamento:

    il ministro Giulio Tremonti

    La crisi dell’auto non è di certo imprescindibile dalla crisi economica planetaria che ci ha riguardato e continua a riguardarci quest’anno e, dunque, se dobbiamo sperare di superarla, almeno per quanto riguarda il nostro Continente, ciò dovrà avvenire a livello europeo; sembrerebbe questo il senso del discorso espresso dal Ministro dell’economia Giulio Tremonti.

    “Così come siamo entrati nella crisi coordiniamoci usciamo dalla crisi coordinandoci” e ciò, vale anche riguardo agli incentivi statali estesi anche per il 2010 . Anche stavolta se rinnovo da parte dei governi ci sarà degli incentivi, questi dovranno essere messi in atto congiuntamente anche dalle altre Nazioni europee, d’altro canto Sergio Marchionne stesso ha ricordato che senza incentivi il prossimo anno non si va da nessuna parte e dunque quello degli aiuti per l’acquisto di nuove vetture diviene un fatto improrogabile.

    In ogni caso ci sarebbe da dire che per lo Stato gli incentivi, quando va male, sono a costo zero, ma male non va mai e per ogni auto venduta l’erario ci guadagna sempre e, dunque, questa ritrosia eventuale nell’accordarli anche per il prossimo anno ci sembra un tantino pretestuosa. Ma tornando all’intervento di Tremonti in occasione del varo della Finanziaria “ light” per il prossimo 2010, il Ministro delle Finanze italiano ha ricordato che dovendo agire in accordo con l’Europa, nel Vecchio Continente risulta che non si è ancora operata alcuna scelta in nessuna direzione.


    Perché se è vero che gli incentivi 2009 hanno dato un forte impulso alle vendite in Francia e Germania, vero è anche che fino adesso da parte di queste nazioni non si è ancora parlato della possibilità di prorogare di un altro anno i bonus fiscali e che dunque nelle intenzioni del ministro Tremonti c’è quella di agire in accordo con gli altri Stati. Insomma, le Case automobilistiche si accorpano con altre di Paesi più disparati? Come si può dunque pensare che solo una Nazione decida per gli aiuti all’auto e le altre no? Come dar torto al Ministro….

    382

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Incentivi AutoMondo autoSergio Marchionne

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI