Incentivi statali: si o no?

Incentivi statali: si o no?

meglio che questi riguardino vetture che sfruttino carburanti alternativi, ma al contempo occorre che si equiparino i bonus per quelle vetture che, pur essendo alimentate con carburanti tradizionali, emettano Co2 come le auto alimentate a gas

da in Incentivi Auto, Mercato Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    mercato auto

    Incentivi si, no… forse; una cosa è certa, l’incertezza! Ciò da quando il Governo, pressato dalla Fiat e dalla constatazione del buon andamento delle vendite auto, s’è in qualche modo esposto a favore degli incentivi, ma poi è a “ casa” che si devono fare i conti ed al Ministero delle Finanze, Giulio Tremonti in testa, si fanno i conti con la Finanziaria, visto che si dice che gli attuali incentivi sono costati quasi un miliardo e mezzo di euro, sarà, anche se è molto più probabile invece che lo Stato ci abbia guadagnato e non solo; ci si è anche convinti che gli incentivi debbano essere concordati col resto d’Europa e con altri aspetti della produzione di altri beni parimenti in difficoltà e, dunque… chissà! li accorderanno o no questi incentivi? Non si sa.

    Dunque si potrebbe finire qui la diatriba a proposito degli incentivi si, incentivi no, ma c’è da ricordare anche altro, ad esempio, che grazie agli incentivi quest’anno si sono immatricolate 800 mila auto nel corso del 2009, ma, forse, gli incentivi a pioggia hanno poco senso, meglio che questi riguardino vetture che sfruttino carburanti alternativi, ma al contempo occorre che si equiparino i bonus per quelle vetture che, pur essendo alimentate con carburanti tradizionali, emettano Co2 come le auto alimentate a gas.

    Insomma, stante il clima di incertezza che alberga in Italia, chissà, forse sarebbe meglio mettere sotto l’albero una fiammante nuova auto per questo Natale 2009! Non è detto che il prossimo sarà così.

    288

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Incentivi AutoMercato AutoMondo auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI