Motor Show Bologna 2016

Infiniti Q50 Eau Rouge con motore biturbo al Salone di Ginevra 2014 [FOTO e VIDEO]

Infiniti Q50 Eau Rouge con motore biturbo al Salone di Ginevra 2014 [FOTO e VIDEO]

Infiniti Q50 Eau Rouge, ovvero, dettagli da Formula 1 portati su una berlina

da in Auto 2014, Auto nuove, Auto sportive, Berline, Infiniti, Infiniti Q50, Salone auto, Salone di Ginevra 2016, Video Auto
Ultimo aggiornamento:
    Infiniti Q50 Eau Rouge al Salone di Detroit

    Quando hai la fortuna di vedere il tuo marchio sul cofano motore della monoposto più vincente in Formula 1 degli ultimi quattro anni, allora è un “reato” non approfittarne commercialmente. Infiniti Q50 Eau Rouge fa il suo bel bagno di folla in Europa, al Salone di Ginevra 2014, dopo la prima apparizione a Detroit. Nel mirino c’è la Bmw M3 e, prossimamente, la variante Amg della nuova Mercedes Classe C. Ma con quali armi potrà affrontarle? Se il look è già noto da tempo, restava da sciogliere il nodo tecnico, quello riguardante il motore e la cavalleria su cui poter contare.

    La berlina di segmento D è sul mercato italiano con due motorizzazioni, un ibrido benzina dalla cilindrata importante, 3.5 litri V6 da 364 cavalli e un ben più interessante diesel 2.2 litri quattro cilindri da 170 cavalli. La Eau Rouge andrà a rappresentare il top prestazionale nella gamma, quel che le versioni M sono per Bmw e Amg per Mercedes. Sceglie la strada altamente evocativa di una curva storica nel mondiale di Formula 1, la Eau Rouge di Spa Francorchamps, una volta sfida per piloti veri, oggi difficilissima compressione da fare al massimo ma con le “agevolazioni” di monoposto più “facili” da portare al limite. Sfrutta così il collegamento tra prodotto e competizioni, Infiniti.

    Monterà un motore sei cilindri a V da 3.7 litri di cilindrata, sovralimentato con due turbocompressori, che regalano una potenza di 568 cavalli e una coppia di 600 Nm. Si tratta della stessa unità adottata sulla coupé Q60 e altri modelli, ma con l’aggiunta decisiva del turbo. Il cambio è un sette marce, abbinato alla trazione integrale permanente: con questo corredo tecnico la Q50 Eau Rouge passa da zero a cento in meno di 4 secondi e raggiunge una velocità massima prossima ai 290 km/h.

    Altri interventi per rendere unica la Eau Rouge rispetto alla Q50 sono stati apportati al tetto, in fibra di carbonio, così come gli alloggiamenti degli specchietti, il kit aerodinamico e numerosi componenti degli interni. E’ anche leggermente più larga, con carreggiate ampliate di 20 millimetri, che nascondono cerchi in lega da 21 pollici. Una chicca che segna a suo modo il legame tra F1 e modello di serie riguarda la terza luce di stop al posteriore, identica a quella della Red Bull RB9 campione del mondo.

    Lo stile

    I tratti salienti dello stile e le modifiche rispetto alla Infiniti Q50 attualmente sul mercato, sono stati pensati per enfatizzare lo spirito corsaiolo. Il bel frontale è dominato dalla calandra cromata, simile all’esperimento estremo portato avanti da Lexus con gli ultimi modelli, ma fortunatamente più conservativa. Gruppi ottici con immancabile striscia a led nella parte alta e un altro segmento posizionato poco più in basso, sopra quella che è una delle grandi novità stilistiche: il paraurti con elementi in fibra di carbonio e forgiato per dare l’idea di un’ala. Stesso trattamento in fibra per gli specchietti, mentre il cofano motore ospita due prese d’aria Naca davanti al parabrezza. Una chicca, infine, è legata alla terza luce di stop posteriore: è la stessa usata dalla Red Bull RB9 nel mondiale di F1 2013.

    530

    Salone di Ginevra 2014, tutte le auto esposte
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2014Auto nuoveAuto sportiveBerlineInfinitiInfiniti Q50Salone autoSalone di Ginevra 2016Video Auto

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI