Inquinamento: lo stato dei mezzi pubblici in Italia

Inquinamento: lo stato dei mezzi pubblici in Italia

Eppure, nonostante un quadro variegato a macchia di leopardo della situazione di mezzi pubblici in Italia, c’è da dire che i nostri connazionali non è vero che non privilegino i mezzi pubblici, si pensi che tale utilizzo nel confronto dell’Europa è al terzo posto dopo Londra, Manchester e Lione, mentre in Italia, in proporzione, il numero di passeggeri più numeroso

da in Blocco traffico, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    mezzi pubblici a Milano

    Parliamo tanto di auto ibride, elettriche a basso impatto ambientale…. Tutte cose giuste e sacrosante, ma resta il fatto che l’arma che dovrebbe associarsi alla lotta all’inquinamento dovrebbe essere il trasporto pubblico urbano, ma un’analisi delle nostre città rende un quadro impietoso della situazione circa il numero di mezzi pubblici in circolazione con sorprese che non ci si attendeva di certo.

    Ad esempio, chi l’avrebbe mai pensato che una città tanto operosa come Torino ha una delle peggiori realtà in tema di servizio pubblico urbano. A fare il paio con la metropoli piemontese, Campobasso che, nonostante la distanza da Torino, manifesta la stessa amara realtà, ovvero, un numero di mezzi inadeguato alle esigenze del cittadino. L’unica vera differenza fra le due città in tema di servizio pubblico è che a Campobasso il prezzo del biglietto è fra i più bassi in Italia, di contro però mancano le infrastrutture per i disabili e su questo punto le pecche ci sono anche a Cagliari, ben altra situazione avviene invece a Trento.


    Eppure, nonostante un quadro variegato a macchia di leopardo della situazione di mezzi pubblici in Italia, c’è da dire che i nostri connazionali non è vero che non privilegino i mezzi pubblici, si pensi che tale utilizzo nel confronto dell’Europa è al terzo posto dopo Londra, Manchester e Lione, mentre in Italia, in proporzione, il numero di passeggeri più numeroso a privilegiare i mezzi pubblici si trova a Venezia, Roma e Milano, mentre non si fa così a Novara e a Campobasso così come sono più produttivi, sempre nell’ambito dei servizi pubblici urbani, città come Roma, Milano e Brescia, al punto che chi pensava che l’operosa Milano potesse battere Roma in produttività è smentito, al pari di chi ritiene che il capoluogo lombardo abbia un maggiore numero di chilometri percorsi per veicolo rispetto alla capitale.

    In fatto di confort di marcia, infine, si viaggia meglio a Brescia con mezzi sicuramente più adeguati e climatizzati e con bus più veloci ed, infine, il biglietto più “salato” lo ritroviamo a Bologna, Trieste e Venezia; altro che Italia unita!

    398

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoMondo auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI