L’ autovelox, se c’è te lo dice il cellulare

L’ autovelox, se c’è te lo dice il cellulare
da in Autovelox e Tutor
Ultimo aggiornamento:

    Per scovare l' auovelox basterà un cellulare

    Fatta la Legge, trovato l’ inganno, più precisamente, fatta la cam, trovato il cellulare che la scopre. E’ quanto parrebbe di intendere circa la violabilità, eccome, dei famelici autovelox dislocati lungo le arterie stradali italiane.

    Se prima andavano in giro le tante leggende metropolitane utili per scovarli o per abbagliarli, o, ancora, per non far leggere loro la nostra targa, bastava una semplice bomboletta di lacca per acconciatori, ahimè! ad illuderci, oggi è la tecnologia avanzata, applicata ai cellulari di ultima generazione, a spiare la famigerata cam dell’ autovelox e quel che è meglio o peggio, scegliete voi, in ossequio alle Leggi vigenti. Si, perché, rintracciare il fatidico autovelox, setacciando la strada e dintorni come farebbe un cane da tartufo è reato, soprattutto se poi si arrecano danni ad un bene dello Stato, ma sentirsi “ soffiata “ la notizia dal navigatore satellitare applicato al nostro cellulare è cosa buona e giusta!

    Per attrezzare il nostro telefonino a questo difficile compito di delazione basterà operare ad esso delle utili e semplici modifiche alla portata di tutti e la mappa dei siti ove sono dislocate le famigerate cam saranno in nostro esclusivo potere!

    Prima cosa da farsi, collegarsi ai tanti siti web dai quali scaricare la mappa degli autovelox che svolgono la loro funzione sul territorio italiano, sul sito www.poigps.com non solo la ritroviamo agevolmente, ma ci sono anche le modalità per scaricare il prezioso documento, purchè accettiamo in partenza la motivazione, non certo “ contra legem “, del nostro comportamento: “Ciò non serve ad infrangere le leggi con comportamenti scorretti bensì a focalizzare l’attenzione in quei punti ritenuti pericolosi dove è richiesto anche l’utilizzo di apparecchiature elettroniche”. Fatto ciò e inseriti i dati nel cellulare, questo, fedelmente ci riferirà, con un trillo, che stiamo transitando per un’ area controllata da Autovelox. Fantascienza, macchè! In Inghilterra fanno anche di più, per esempio avvisano con un SMS gli automobilisti non solo della presenza dell’ apparecchiatura ma persino del tipo e modello di telecamera utilizzata.

    La domanda a questo punto nasce spontanea: Perché non abolire l’ Autovelox, anche per non discriminare gli automobilisti, i più furbi ed esperti la fanno franca, i meno esperti pagano anche per gli altri, ma allora, la multa non è proprio uguale per tutti!

    410

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Autovelox e Tutor
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI