NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

La Maserati, reginetta al premio ‘Nastri d’Argento ’2006′

La Maserati, reginetta al premio ‘Nastri d’Argento ’2006′
da in Maserati, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Stefania Sandrelli su Maserati

    Cinema e Maserati, come dire, celluloide e auto, un legame strettissimo andatosi consolidando nel corso degli anni. Pare questo il senso che la Casa del Tridente ha voluto dare, accettando di diventare, per l’occasione, sponsor ufficiale dei Nastri d’Argento 2006, un’occasione quasi unica e irripetibile come sicuramente ineguagliabili sono le stelle del cinema che brillano in questa antica ribalta accesa.

    Stars del calibro di Stefania Sandrelli, Carlo Verdone, Michele Placido, Barbora Bobulova, Kim Rossi Stuart, Gabriella Pescucci, costumista di fama internazionale e la regista Cristina Comencini, per citarne solo alcuni, tutti personaggi che viaggeranno, per l’occasione, a bordo delle prestigiosissime Maserati Coupè, Gran sport, senza considerare la Quattroporte esposta all’ingresso della sala ove si premieranno gli artisti.

    E se la Casa del Tridente rappresenta l’immagine più alta del design italiano, capostipite di eleganza, raffinatezza e ineguagliabile bellezza, l’occasione per santificare il ruolo peculiare del grande schermo, non poteva che essere, la Maserati. Oltretutto, bisogna anche ricordare l’indissolubile legame che ha accompagnato l’importante Casa italiana alle icone storiche del cinema.

    Basta solo qualche nome per palesare l’intimissimo rapporto che attori dell’autorevolezza di Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Kirk Douglas, Vittorio Gassman, Donald Sutherland, David Niven, Peter Sellers e Alain Delon, hanno avuto proprio con la storica Casa italiana, con le sue vetture, la 3500 GT Spider Vignale, la Mistral e la Ghibli spider nel corso di mezzo secolo, fino ai giorni nostri, al punto, per qualcuno di loro, di sceglierla come auto personale.

    Un legame che percorre non solo la storia del cinema con quello contemporaneo ma che lega le alterne vicende di cinema e auto in indispensabili strumenti della vita di tutti i giorni.

    Due valori mai effimeri, che vivranno finchè esisterà l’uomo e che avranno motivo di essere, finchè ci sarà qualcuno che riconoscerà, al ruolo dell’auto e del cinema, il fine più alto che esso rappresenta per l’umanità.

    357

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MaseratiMondo auto
    PIÙ POPOLARI