Lancia Delta: l’impianto elettrico

Lancia Delta: l’impianto elettrico

L'impianto elettrico nelle moderne automobili è giunto a livelli di tale sofisticheria da rendere l'auto un concentrato di altissima tecnologia a bordo, la riprova ce la da, ad esempio, la nuova Lancia Delta

da in Impianto Elettrico, Lancia, Lancia Delta, Meccanica automobilistica
Ultimo aggiornamento:

    Si deve all’impianto elettrico il merito di riuscire ad inserire nell’auto quella dotazione di serie che fa di un’automobile spesso la differenza con i competitors.

    Ad esempio, davanti alle mirabilie che è capace di elargire la Lancia Delta, con le sue ricche dotazioni, si evince facilmente di come sofisticato sia l’impianto elettrico di quest’auto che apprendiamo, fra l’altro, sia a cominciare dai pannelli porta integrati, opera di Johnson Controls – azienda leader mondiale per fornitura di interni, elettronica e batterie dell’auto col grosso merito, fra l’altro, di partecipare al meglio al design raffinato ed elegante che si respira a bordo, a partire dalla piacevolezza indotta dall’innovativa illuminazione del mobiletto tunnel.

    “Ci fa molto piacere poter lavorare per la Lancia Delta dopo una consolidata collaborazione pluriennale con Fiat Group Automobiles su molti altri progetti”, asserisce Marzio Raveggi, Vice President e General Manager della Customer Business Unit FGA (Fiat Group Automobiles) di Johnson Controls.

    A Johnson Control si deve anche il ricorso alla innovativa tecnologia a fibre ottiche atta a risaltare la zona dove insiste il pomello del cambio basati su un fascio di fibre ottiche in poliuretano trasparente che riproduce il colore originale delle sorgenti luminose a LED e permette di ottenere un’illuminazione personalizzata, emettendo una determinata luce per tutta la sua lunghezza.

    “ Le fibre ottiche flessibili sono molto resistenti alle sostanze chimiche e ai graffi e non creano problemi in caso di collisioni.

    Il contorno speciale permette inoltre un fissaggio meccanico, semplice e sicuro. Lavorando in parallelo sia sull’integrazione sia sull’estetica è stato possibile effettuare lo sviluppo in quattro mesi “.

    Un’azienda, la Johnson Controls (NYSE: JCI), specializzata nella creazione di ambienti a misura d’uomo che si avvale della collaborazione di 140 mila dipendenti che operano su un totale di almeno 200 milioni di auto fin’ora prodotte. Il tutto senza mai trascurare il rispetto dell’ambiente grazie alla ricerca della sostenibilità per l’habitat, la riprova tangibile degli enormi passi compiuti dall’impianto elettrico, partito dalla dinamo all’inizio del secolo scorso e giunto ad un livello tecnologico che, per quanto concerne l’auto, fa delle moderne vetture un concentrato di progresso inarrestabile.

    386

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Impianto ElettricoLanciaLancia DeltaMeccanica automobilistica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI