Motor Show Bologna 2016

Lancia Fulvia Coupè: l’auto che fece sognare un’intera generazione

Lancia Fulvia Coupè: l’auto che fece sognare un’intera generazione
da in Auto d'epoca, Lancia
Ultimo aggiornamento:

    Poiché si parla spesso di nuova Lancia Fulvia coupè, non si può non dare uno sguardo al passato di questo modello, risalente alla metà degli anni 60 e che in versione coupè fece palpitare il cuore dei tanti appassionati di gare automobilistiche e, su strada, emozionò un’intera generazione. Nelle competizioni, una vittoria su tutte quella del 1972, al rally di Montecarlo su Lancia Fulvia alla cui guida era Sandro Munari.

    C’è da ricordare che la Lancia Fulvia Coupè nacque nel 1965, riprendendo lo schema costruttivo della berlina che vide la luce nel 1963. Innovativo il design per questa 2+2 posti, si pensi al tetto a forma di torretta che caratterizzava la vettura.

    Per quanto riguardava il propulsore, inizialmente si ricorse ad un 1.200 cc. con quattro carburatori, due doppio corpo, in grado di erogare 80 cavalli di potenza, con cambio manuale a 5 marce e trazione anteriore. La vettura si avvaleva di un circuito frenante assicurato da quattro freni a disco sulle quattro ruote. Le prestazioni per il tempo erano interessanti, una velocità massima di 160 km/h ed un’accelerazione, da 0 a 100 orari in 14 secondi. Divenne, tuttavia, più potente nel tempo con l’adozione del 1.300 e, successivamente, del 1.600 cc., mentre, l’iniziale proposito di Lancia di applicare il 1.800 cc.

    di Flavia, fu abbandonato molto presto.

    Degne di nota le versioni HF che godevano di motori più brillanti e particolari estetici che richiamavano una spiccata sportività. Da molti fu chiamata “Fanalone”, perché disponeva di fari abbaglianti di dimensioni maggiori rispetto alla vettura tradizionale.

    La Fulvia coupè fu costruita fino al 1976 e nel 1970 subì un importante restyling che rimase a caratterizzare la vEttura fino alla fine; della Fulvia Coupè furono prodotte 170.000 esemplari, fu un’auto che segnò o, per lo meno, contribuì a segnare la storia della Lancia e che nelle corse impresse il segno marcato del suo passaggio, dove fu sostituita dalla Stratos.

    Nel 2003 divennero incessanti le voci, al Salone di Francoforte, circa un nuovo modello di Fulvia Coupè che aveva forme riconducibili al passato; peccato che l’ambito progetto non è mai stato portato in porto e forse, non riuscirà mai ad approdare, come molti si auguravano.

    373

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto d'epocaLancia

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI