NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Lancia Thesis Promenade, storia di un’ammiraglia, mai nata!

Lancia Thesis Promenade, storia di un’ammiraglia, mai nata!

Un'occasione sfuggita per un'ammiraglia che meritava molto di più!

da in Auto nuove, Berline, Lancia
Ultimo aggiornamento:

    Poco importa se Thesis non è stata l’auto di successo che Lancia sperava di costruire, poco serve sapere, semmai, con un pizzico di nostalgia, che presto sparirà dai listini della Casa italiana.

    Thesis lascerà ugualmente un segno tangibile del suo passaggio, rappresentando la massima espressione del lusso discreto, mai ostentato, persino sobrio, a volte, nato dalla geometria perfetta, addirittura ossessiva delle sue forme, dalla mancata plasticità del suo design, dall’arretratezza dei suoi contorni, dalla classicità dei suoi interni, smussati, caldi, grazie a quei colori cangianti che si intonano insieme nei componenti dell’abitacolo, in mezzo a sedili esagerati, morbidi, soffici, intrisi del silenzio del suo interno.

    Thesis resterà alla storia per aver contato e aver occupato un posto, scomodo, senza mai riuscire a farsi sentire, per essere sparita senza che nessuno si sia mai ricordata di averla mai conosciuta, ma, forse, ancor più, sarà rammentata per il mea culpa che Lancia avrebbe dovuto recitare, per averla abbandonata al destino avverso, superata da altre auto che nulla avevano più di Thesis, anzi, sarebbero dovute restare nella sua ombra, se qualcuno si fosse mai ricordato di illuminare questa sfortunata ammiraglia italiana.

    Thesis è sulla via del tramonto, ma a nessuno, o quasi, è saltato in mente di sapere se e quando è nata.

    Adesso qualcuno la rispolvera per il Salone dell’auto di New York per ricordare ai presenti che anche in Italia sappiamo costruire le ammiraglie di lusso e per farlo, verrà esposta nella versione di punta, la Promenade, serie ‘2004, quella stessa che avrebbe dovuto lasciare il segno e non lo fece , al suo esordio,quella stessa che passerà ancora una volta inosservata, per il semplice fatto che Thesis non esiste più e, ogni tentativo per proporla ai presenti sarà del tutto vano.

    La “grande” di Casa Lancia ha già smesso di riluccicare fra fasci di luci che non l’hanno mai abbagliata, che non le hanno mai dato l’onore della ribalta e ormai da tempo, l’oblio s’è impossessato, subdolamente, di essa.

    368

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveBerlineLancia
    PIÙ POPOLARI