NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Lancia TL51: quando Lancia costruiva camion militari

Lancia TL51: quando Lancia costruiva camion militari
da in Auto d'epoca, Lancia
Ultimo aggiornamento:

    I mezzi militari conservano quel particolare tocco di storicità che, prescindendo dalla repulsione che ognuno di noi nutre nei confronti della guerra, non possono, di contro, non suscitare un certo interesse rivolto al mezzo, in se e per se e alla tecnologia che, solitamente, pervade tali veicoli.

    Per esempio, mezzo secolo fa, Lancia, che allora era un’azienda autonoma, si rivelò, nell’ambito dei mezzi pesanti, che poi vennero anche usati dalle Forze Armate, all’avanguardia, così come lo era già, nell’auto, al punto che i camion della Casa automobilistica italiana, avevano raggiunto un grado tale di avanzata tecnologia, al punto che, i mezzi militari Lancia, dopo l’ultimo conflitto, erano considerati fra i più avanzati d’Europa.

    Tutta l’industria automobilistica italiana, nel periodo in cui la nazione venne ammessa nella Nato, si specializzò nella produzione di camion, il percorso di Lancia, inoltre, è significativo per la specializzazione che la Casa avrà in ambito militare, al punto da superare, per un certo periodo, persino l’avanzato livello tecnologico di Fiat, che vanterà una lunga esperienza in quel settore.

    E, parlando dei mezzi pesanti Lancia, non si può non ricordare il trattore leggero Lancia TL51, anche in versione furgonata, oppure adattato ad ambulanza o con passo allungato. In ambito militare, il TL51, è dotato di verricello e cassone in legno con appositi scomparti per le munizioni e panchette che possono ospitare fino a 6 militari.

    Il camion in questione, che per i tempi si doterà di cabina ipertecnologica, montava un propulsore a 4 cilindri, benzina, di 2.535 cc.

    di cilindrata in grado di erogare una potenza di 62,5 cavalli e aveva cambio a 5 marce con riduttore a 2 velocità e trazione posteriore, con la possibilità di inserimento della trazione anteriore, a bassa velocità.

    Parliamo di tecnologia e non a caso, perché, già allora, il TL51, disponeva del sistema antiarretramento, le sospensioni erano a ruote indipendenti con ammortizzatori idraulici, i freni sono a tamburo sulle quattro ruote. La cabina disponeva di due posti, con guida a destra ed inoltre, il mezzo, disponeva di una sorta di airbag, molto artigianale, ovvero un abbozzo di airbag, solo per il guidatore che di fatto consisteva, di un cuscino paracolpi!

    Ricca era la dotazione di serie, attrezzi da zappatore, chiavi per la manutenzione e l’emergenza e lampade per le condizioni di particolare necessità. Interessanti le prestazioni del TL51, il mezzo aveva una velocità massima di 75 orari, che per un veicolo di quella cilindrata e che pesava quasi 3 tonnellate non era poco, per i tempi, così come ottime erano le doti di fuoristrada del mezzo.

    Alle stelle invece i consumi, considerato che, con 1 litro di benzina,, il TL51, non percorreva, su strada, più di tre chilometri; ma erano altri tempi davvero e la benzina, allora, era solo…. benzina!
    Foto: Tuttofuoristrada

    483

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto d'epocaLancia
    PIÙ POPOLARI