NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Le cinque autostrade più care d’Italia: la classifica

Le cinque autostrade più care d’Italia: la classifica
da in Autostrade, Classifiche auto, Consigli e Guide
Ultimo aggiornamento: Martedì 14/02/2017 11:21

    ++ PEDAGGI: CONS.STATO, STOP AUMENTO NON PER TUTTA ITALIA ++

    Vediamo la classifica delle cinque autostrade più care d’Italia. Le autostrade italiane sono un capitolo spinoso. Costruite per la maggior parte nel periodo del boom economico, esse sono spesso e volentieri pericolose con carreggiate strette e corsie di emergenza non sempre presenti. Le strutture sono datate e se paragonate con le autostrade che si possono incontrare nel resto dell’Europa (specie in Germania), il paragone è impietoso. Mettendosi nei panni di un turista straniero giunto nella penisola italiana per via stradale, queste autostrade sembreranno inospitali con i caselli molto simili alle vecchie frontiere di confine. Detto ciò, un ulteriore tasto dolente è il prezzo che si paga per percorrere questi tratti di strada, si perché le nostre autostrade non sono affatto economiche, anzi sono da considerarsi tra le più care del Continente. L’economia del Paese si dichiara in crisi e le autostrade non vedono abbassamenti delle tariffe, anzi ogni anno si percepisce un piccolo rincaro, e questo anche quando le infrastrutture hanno recuperato tutti i costi di realizzazione e di manutenzione. In questo speciale andiamo ad analizzare quali sono i più cari tratti autostradali del Bel Paese.

    5. A10 Genova – Savona – Ventimiglia

    Al quinto posto di questa poco lusinghiera classifica troviamo la A10 Genova-Savona-Ventimiglia. Infatti per percorrere questo tratto di Liguria lungo quasi 150 chilometri, tra il casello di Genova Aeroporto e Ventimiglia, si spende la bellezza di 17 euro e 70 centesimi, non proprio un prezzo popolare. Per fare una media approssimativa si spendono circa 12 centesimi di euro per fare un semplice chilometro, a questi ovviamente vanno aggiunti i costi della benzina che non vedono abbassamenti significativi da diverso tempo.

    4. A15 Parma – La Spezia

    ++ PEDAGGI: CONS.STATO, STOP AUMENTO NON PER TUTTA ITALIA ++

    Siete di Parma e avete intenzione di fare una scampagnata in Liguria, magari facendo tappa nelle terre dello spezzino? sappiate che state per percorrere il quarto tratto autostradale più caro d’Italia, la A15 Parma-La Spezia, infatti arrivati al termine del raccordo, dopo 104 chilometri vi aspetterà un pedaggio di 13,40 euro, quasi 13 centesimi ogni chilometro. Siete ancora sicuri di voler percorrere questa strada? se non avete fretta è preferibile trovare un percorso alternativo.

    3. A33 Asti – Cuneo

    casello 6

    Stiamo entrando nelle zone calde della classifica, e ai piedi del podio troviamo un tratto tutto piemontese, la A33 che collega Asti a Cuneo. Si tratta fra l’altro di un’autostrada ancora incompleta e percorribile solo per alcuni tratti, ma nonostante ciò non viene esclusa dalla nostra classifica della autostrade più care d’Italia. Se da Cuneo vorrete andare a gustarvi un po’ di buon vino ad Asti, ogni 5 chilometri spenderete al bellezza di 0,70 centesimi di euro, 14 centesimi al chilometro, non male per un brevissima lingua di autostrada.

    2. A32 Torino – Bardonecchia

    Casello 5

    Il Nord del Piemonte è una zona in cui bisogna stare attenti al portafoglio quando si vuole percorrere un tratto autostradale. Infatti la A32 Torino-Bardonecchia è uno dei tratti più cari d’Italia. In questi 73 chilometri circa il pedaggio corrisponde su per giù a 12,40 euro, 17 centesimi al chilometro. La A32 si guadagna quindi la medaglia d’argento della nostra classifica, distanziata comunque non di poco dal primo posto.

    1. A5 Torino-Aosta-Monte Bianco

    casello 3

    Ed eccola qua al primo posto, la A5 Torino-Aosta-Montebianco, ancora una volta un’autostrada settentrionale e in parte piemontese. Si parla del tratto che collega la regione con il capoluogo torinese alla Valle d’Aosta, un percorso di circa 109 chilometri tra le Alpi che vi costerà 23,50 euro, decisamente il più caro di tutto il Paese, con una spesa al chilometro di 22 centesimi. Sicuramente ne varrà la pena, data la bellezza paesaggistica della zona, ma senz’altro non farà contente le vostre finanze.

    764

    PIÙ POPOLARI