Motor Show Bologna 2016

Lifan 520: quando i cinesi copiano i… nomi!

Lifan 520: quando i cinesi copiano i… nomi!

Tutte e due le vetture sono dotate di motori benzina e benzina/GPL da 1

da in Anteprima auto, Auto 2009, Auto 2010, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    I cinesi son sempre…. cinesi! la volta che non copiano specificatamente un’auto, come ad esempio fatto con la Shuanghuan che qualche tempo fa era il clone della Bmw X5, non riescono a non imitare, per usare un eufemismo, qualcos’altro, ovvero i nomi dell’auto e, nello specifico, 520 e 520 i, nomi di battesimo che di solito sono in uso alla BMW.

    A produrre le due vetture è la cinese Lifan che le ha denominate, appunto, 520 e 520i, due automobili compatte, una cinque porte che misura quattro metri di lunghezza e una due volumi e mezzo larga quattro metri e 40 centimetri, quasi.

    Tutte e due le vetture sono dotate di motori benzina e benzina/GPL da 1.300 cc. di cilindrata in grado di erogare 88 cavalli di potenza ed un 1.600 cc. di cilindrata da 116 cavalli di potenza con prezzi a partire da 12 mila a 12.450 euro.


    A distribuirle anche in Italia pensa Martin Motors che tuttavia immetterà nel circuito commerciale anche una piccola monovolume di produzione anch’essa cinese, la Changhe di tre metri e 85 centimetri di lunghezza realizzata con un abitacolo che, a dispetto delle dimensioni contenute, è abbastanza spazioso, si pensi ai sei sedili disposti su tre file e al bagagliaio di dimensioni discrete.

    La vettura monta un motore Suzuki bi-fuel, benzina/GPL in grado di erogare 95 cavalli di potenza venduta ad un prezzo di 16.300 euro.

    Ricca, nonostante il prezzo esiguo, la dotazione di queste tre vetture, visto che montano tutte di serie l’impianto radio/CD/MP3, i cerchi in lega leggera, il climatizzatore manuale ed i fendinebbia.

    304

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAuto 2009Auto 2010Mondo auto

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI