Maltempo autostrada, nessun responsabile dei disagi

Maltempo autostrada, nessun responsabile dei disagi

Dopo la riunione di lunedì pomeriggio tra il Ministro dell Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli e i vertici di Autostrade, è emerso che le responsabilità di quanto accaduto non sono di nessuno

da in Anas, Autostrade, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Maltempo autostrada

    La responsabilità di quanto accaduto venerdì 17 dicembre sull’autostrada tra Firenze e Arezzo non è di nessuno, questa in sintesi la conclusione alla quale si è giunti dopo la riunione di lunedì pomeriggio tra il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli e i vertici di Autostrade Italiane, Protezione Civile, Polizia stradale, Anas e Ferrovie. Tutto quel che è successo è dovuto al fatto che non c’è stato il giusto coordinamento tra le parti in causa, che hanno comunque agito al massimo delle loro possibilità.

    Il Ministro ha poi dichiarato che non servono nuove leggi, ma maggiore coordinamento che deve essere gestito dal ministero degli Interni e dalla polizia stradale. Oltre a questo serve anche una maggiore informazione, la rimodulazione dei piani di intervento per fronteggiare le emergenze climatiche e un codice di comportamento dell’autotrasporto. Matteoli ha anche sottolineato che spetta ai prefetti vigilare e intervenire quando non si può più andare in autostrada.

    Il Ministro ha escluso la possibilità di blocco preventivo dei mezzi pesanti e ha detto che gli eventi devono essere valutati caso per caso, invitando ad una informazione più efficace chiedendo il coinvolgimento dei mezzi di comunicazione.

    Il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, ha ribadito che il Dipartimento aveva avvisato sulla situazione di maltempo. Come anticipato nei giorni scorsi, Autostrade per l’Italia estenderà la procedura di conciliazione attivata con le associazioni dei consumatori. Le Ferrovie rimborseranno totalmente il biglietto a chi ha subito ritardi di oltre 4-5 ore.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnasAutostradeMondo auto

    Salone di Ginevra 2017

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI