NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Maxi ingorgo infernale: sette giorni e sette notti intrappolati in auto

Maxi ingorgo infernale: sette giorni e sette notti intrappolati in auto
da in Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Ingorgo

    Che ci vuole ad entrare di diritto nel guinnes dei primati, poco, veramente poco, però se ad entrarci è addirittura un’intera area geografica è più difficile e, invece, nella Siberia orientale, può accadere di aggiudicarsi persino questo ambito primario.

    In che modo? restando intrappolati in un ingorgo pazzesco, quasi infernale, che ha coinvolto qualcosa come 500 auto ( passavano da lì tutte le auto della Siberia? ) e camion rimasti in fila per sette lunghissimi giorni, senza riuscire a spostarsi da quella posizione neanche di un centimetro. La causa, una pioggia torrenziale e ininterrotta della durata di due mesi e un immenso acquitrino che pare aver inglobato auto e passeggeri intrappolati dentro.

    La Protezione Civile del luogo ha cercato di soccorrere i malcapitati, ma già raggiungere il gigantesco ingorgo è stato difficilissimo per via dei sistemi di comunicazione che esistono da quelle parti, resi ancor più difficili dalle condizioni atmosferiche avverse, che possono superare i 30 gradi sotto zero di notte, per non contare che quando qualche mezzo di soccorso è giunto sul luogo è riuscito solo a compiere danni ingenti, basti solo pensare al tentativo maldestro di recuperare un’auto con una gru che è riuscita a spezzarla in due.

    E come avviene in questi casi, nella disavventura un grande senso di solidarietà unisce i malcapitati, sfamati, inizialmente, con frutta e vodka, grazie alla generosità di due autisti di due camion, anch’essi intrappolati nel mega girone infernale, ma, a scorte esaurite, ecco tornare la natura approfittatrice umana, incarnata, per l’occasione, nei contadini del luogo, ai quali non è parso vero di poter contare sull’enorme assembramento di gente e, approfittando della situazione, hanno venduto merce commestibile ai disperati automobilisti a prezzi quasi…. stellari.

    Nel trambusto venutosi a creare, una nota colorata s’è insinuata in tanti disagi che ha contribuito a sua volta a crearne degli altri, per fortuna a lieto fine. Il parto di una donna che stava recandosi all’ospedale per dare alla luce un bambino che, invece, è nato sul luogo dell’ingorgo e che rischia di festeggiare anche il suo primo compleanno nel bel centro del trambusto che, a quanto ci viene riferito, pur essendosi districato nel frattempo, non è ancora tornato del tutto alla normalità.

    381

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo auto
    PIÙ POPOLARI