Mazda MX-5 e RX-8… e brava l’ intraprendenza dei progettisti nipponici

da , il

    Mazda speciale

    C’è gran fermento nella produzione di auto giapponesi, a confermarcelo la Mazda che, ancora non paga del successo di consensi che sicuramente le tributeranno al Salone dell’Auto di Detroit con la nuova CX 7, si appresta a presentare, stavolta in casa propria, al Salone dell’auto di Tokyo, diciassette auto, tutte di derivazione nipponica, trasformabili facilmente con i kit in dotazione.

    La MX-5 e la RX-8 sono espressione infatti di questa politica progettuale e commerciale della Casa giapponese che si concretizzerà con queste particolari vetture, in versione sportiva cui non potevano mancare i cerchi in lega e i paraurti dello stesso materiale, oltre a particolari accorgimenti che le distinguono dalla produzione di massa anche della stessa Casa automobilistica. A queste versioni, si affiancherà una versione ad idrogeno la RX-8 Hydrogen RE.

    A quando lo sbarco di questi modelli anche in Italia? E chi lo sa, per intanto non ci resta che gustarci le belle foto e apprezzare l’ intraprendenza dei progettisti dagli “ occhi a mandorla “.