Mercato auto: Volkswagen fa il botto

Il Gruppo Volkswagen è stato più forte della crisi

da , il

    Volkswagen mercato auto

    La crisi c’ha abituato a rispensare allo scenario automobilistico mondiale. Tutti vinti, nessun vincitore. Ma la lenta ripresa dell’economia sta delineando un quadro più nitido, riclassificando le posizioni di leadership secondo il nuovo ordine delle cose. Così, mentre certi marchi di lusso continuano a perdere punti, ve ne sono altri – meno di lusso – che li guadagnano. Uno di questi è Volkswagen, che ha registrato durante l’annus horribilis dell’automobile una performance che di orribile ha ben poco.

    Il Gruppo Volkswagen ( Audi, Seat, Skoda, Bentley, Lamborghini e Bugatti) durante il 2009 ha registrato un aumento nelle vendite rispetto all’anno precedente. In valore assoluto sono stati immatricolati 6,29 milioni di veicoli, contro i 6,23 milioni del 2008.

    Mentre il mercato auto globale registrava un affossamento del 6%, la Volkswagen vendeva l’1,1% di veicoli in più. Anche l’incidenza relativa del Gruppo Volkswagen nel panorama automoblistico mondiale è aumentata; la quota di mercato detenuta dal colosso automobilistico tedesco è salita dal 10,3% all’11,4%. Le stesse performance stellari sono state ottenute sia nei mercati occidentali, Europa e Stati Uniti, che nei mercati emergenti.

    Tra i tanti spicca quello cinese, esploso proprio negli ultimi mesi dell’anno appena conclusosi (il mercato auto cinese ha superato quello U.S.A). In Cina nel 2009 le immatricolazioni di auto Volkswagen sono cresciute del 36,7%, raggiungendo le 1.400.000 unità.

    I dati registrati dal Gruppo Volkswagen risentono degli alti e bassi conseguiti dai vari brand del gruppo. Tra questi segnaliamo le performance di Skoda e Audi, posizionatesi al di sopra del mercato globale nel volume d’affari relativo.