Mercedes Classe S Coupé 2014, anteprima italiana alla Mille Miglia [FOTO e VIDEO]

Passato e futuro si incrociano sulle strade della Mille Miglia, dove le numerose auto d’epoca hanno fatto da cornice per la première italiana del nuovo SEC di Mercedes, la Classe S Coupé

da , il

    Mercedes Classe S coupe

    Passato e futuro si incrociano sulle strade della Mille Miglia, dove le numerose auto d’epoca hanno fatto da cornice per la première italiana del nuovo SEC di Mercedes, la Classe S Coupé. L’ultima nata della Stella ha salutato la partenza della Mille Miglia dal Teatro Grande di Brescia, insieme alla sua progenistrice Mercedes W 111. In questo nuovo modello si fondono tutto il prestigio e la tecnologia dell’ammiraglia Classe S con lo stile sportiveggiante di una grande coupé, proprio come aveva fatto ai tempi la già citata SEC. La sua silhouette è filante, con un lungo cofano motore che da origine al padiglione che converge dolcemente nel posteriore, con un terzo volume a sbalzo non troppo accentuato. Le fiancate sono sinuose e molto pulite, come scolpite dal vento, senza nervature troppo accentuate che ne appesantirebbero l’andamento.

    Estetica

    Le dimensioni sono importanti, come ci si aspetta da una Mercedes Classe S: con un passo di 2.945 mm, misura 5.027 mm in lunghezza, 1.899 mm in larghezza e 1.411 mm in altezza. Per nascondere al meglio le sue misure generose la tedesca si equipaggia di ampi passaruota che fanno da cornice ai cerchi in lega, con diametro che spazia tra i 18 ed i 20 pollici. Un particolare degno di nota, poi, è l’assenza del montante centrale, il montante B tanto per intenderci, tra il finestrino anteriore e quello posteriore: in questo modo, con i vetri abbassati, si ha una sensazione di guida quasi paragonabile a quella di una scoperta. Lo sguardo anteriore è scandito dai bei fari LED High Performance, con le luci diurne che disegnano il caratteristico sopracciglio, che nascondono all’interno una vera chicca, ossia 47 cristalli Swarovski (17 cristalli rettangolari per le luci diurne, 30 cristalli tondi per l’indicatore di direzione). La zona posteriore, infine, complici anche i gruppi ottici allungati, ha un andamento molto orizzontale e si distingue maggiormente, rispetto al resto del corpo vettura, dalla sua sorella berlina.

    Interni

    Gli interni della nuova Classe S Coupé sono la massima espressione del linguaggio stilistico di casa Mercedes. La plancia ha uno stile armonioso e tondeggiante, con un’area superiore ben definita che prosegue idealmente fin sui pannelli porta. porte e un corpo inferiore molto ribassato dalle forme flottanti. Questo particolare stile è stato possibile grazie al posizionamento degli airbag più in basso, operazione che ha anche permesso di ricavare lo spazio per l’ampia palpebra che accoglie i due schermi TFT formato widescreen. In linea generale il design è minimalista ma ricercato, proprio come su tutte le ultime creazioni della Stella. Pochi elementi vanno a comporre la consolle ed il tunnel centrali, per una pulizia delle forme, ma anche per una maggiore semplicità di utilizzo. Come non parlare, poi, dei sedili in pelle dotati di una cucitura a rombi che dona un tocco di quella “cura artigianale” tipica delle auto di lusso. Ma il piacere a bordo della S Coupé è anche una questione di dettagli, come ad esempio le numerose finiture galvanizzate “Silver Shadow”. Il tutto è sottolineato dalle luci soffuse ambient, battezzate Korona. Le cinture dei sedili anteriori sono integrate nel rivestimento laterale posteriore, per la questione dell’assenza del montante B di cui abbiamo già accennato, e sono facilmente raggiungibili dai passeggeri grazie ai porgicintura.

    Davanti al bracciolo si trova il touchpad (equipaggiamento a richiesta), dalla superficie nera lucida: come in uno smartphone si possono comandare tutte le funzioni del sistema multimediale mediante il tocco delle dita. È, inoltre, possibile scrivere direttamente lettere, numeri e caratteri speciali, in qualsiasi lingua. L’esemplare in esposizione a Brescia era anche dotato del Burmester Sound System Surround, che prevede delle scenografiche casse sulle porte in metallo satinato, di sicuro impatto estetico.

    Tecnologia

    Tra la dotazione di optional spicca il display head-up, disponibile a richiesta, per visualizzare le principali informazioni sul parabrezza, direttamente nel campo visivo del guidatore, riducendo i motivi di distrazione. Il sistema fornisce informazioni sulla velocità della vettura e sui limiti di velocità, nonché istruzioni di navigazione e indicazioni fornite dai sistemi di assistenza alla guida. L’immagine proiettata, dalla dimensione di circa 21 x 7 centimetri, sembra fluttuare a circa due metri di distanza sopra il cofano motore ed un apposito sensore ottico posto nell’area del bordo superiore del tetto adegua automaticamente la luminosità alle condizioni di luminosità.

    Altra caratteristica degna di nota, al debutto mondiale sulla Mercedes Classe S Coupé, è la funzione di inclinazione in curva. La nuova funzione, integrata nel MAGIC BODY CONTROL, permette un’inclinazione della vettura, proprio come farebbe motociclista o uno sciatore. L’accelerazione trasversale che agisce sulle persone a bordo della vettura viene ridotta e gli occupanti restano più saldi sui sedili, offrendo così maggior comfort e piacere di guida soprattutto sulle strade extraurbane. In questo modo la vettura s’inclina in curva costantemente e automaticamente in frazioni di secondo fino ad un’angolazione di 2,5 gradi, in funzione della curvatura della strada e della velocità di marcia. L’innovativo sistema di sospensioni riconosce le curve grazie alla telecamera stereoscopica posta dietro il parabrezza, che rileva la curvatura della strada con un anticipo di 15 metri, e grazie a un ulteriore sensore di accelerazione trasversale.

    Motori

    Al lancio la gamma prevederà due versioni. La prima, la S500 Coupé, monta un motore V8 biturbo da 4.6 litri, in grado di sviluppare 455 cavalli e 700 Nm di coppia. L’altra è la creazione firmata AMG, la Mercedes S63 Coupé, dotata del generoso otto cilindri a V da 5.5 litri con doppia sovralimentazione. L’unità è in grado di sviluppare ben 585 cavalli di potenza massima a 5.500 giri al minuto, equivalenti a 430 kW, uniti ad una coppia massima di 900 Nm, costante tra i 2.250 ed i 3.750 giri al minuto. Il modello a trazione posteriore raggiunge i 100 km/h da fermo in 4,3 secondi, mentre la variante 4×4 con trazione integrale 4Matic riesce a staccare un tempo di soli 3,9 secondi. Per entrambe la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h.

    All’emozione di una guida sportiva concorre in misura determinante il sound dell’impianto di scarico, gestibile tramite delle valgone pneumatiche che consentono al guidatore di avere un’auto più “cattiva” o più discreta a seconda delle proprie velleità.

    Mercedes Classe S Coupé