Minicar: insorgono le Associazioni Consumatori

da , il

    Incidente-microcar

    Non è possibile andare avanti così, in pochi giorni nella sola Roma quattro incidenti causati da minicar, fatto questo allarmante se anche si considera la diffusione sempre più capillare di questi veicoli che dovrebbero essere definiti secondo il Codice della Strada, quadricicli a motore che per essere guidati in atto non richiedono particolari prescrizioni. Oggi le Associazioni dei Consumatori scendono in campo richiedendo alle Istituzioni per chi guida queste microcar ulteriori requisiti.

    Si inizia con la Patente obbligatoria, un controllo più serrato e maggiormente sanzionatorio per chi apporta modifiche ai motori di questi mezzi, sia per chi di fatto manomette i propulsori, sia per i proprietari degli stessi, ciò per tutelare di più la sicurezza stradale.

    Secondo Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale per la sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, “l’uso delle minicar deve essere regolamentato in maniera differente, ripensando anche le modalità per consentirne l’utilizzo. Sono troppi gli incidenti che potrebbero essere evitati e per i quali invece si è fatto poco o nulla”. Serve dunque una legge “che preveda l’introduzione di un test di guida pratico, oltre che teorico”. Inoltre, sottolinea Lentino, “continua a mancare una formazione sul tema della sicurezza stradale, e per questo riteniamo che sia indispensabile coinvolgere in modo organico il mondo delle scuole”.

    Più drastica Adiconsum, che richiede che per guidare le minicar si abbia un?età maggiore all?attuale, stante anche la consapevolezza che all?aumentare del numero di tali veicoli si è anche assistito ad un aumento del numero degli incidenti. “Adiconsum – ha detto Pietro Giordano, segretario nazionale – non chiede l’eliminazione di questo tipo di veicolo, ma norme che ne garantiscano la sicurezza al pari degli altri veicoli e l’innalzamento dell’età di guida (16 anni)”. L’associazione chiede inoltre una modifica della normativa che renda le minicar più sicure e l’aumento dei controlli per prevenire l’abuso delle modifiche ai motori, che fanno raddoppiare la velocità consentita delle miniauto.