Motor Show Bologna 2016

Montezemolo-Ferrari, è addio. Marchionne presidente: “Nuova Alfa Romeo Giulia a giugno 2015″

Montezemolo-Ferrari, è addio. Marchionne presidente: “Nuova Alfa Romeo Giulia a giugno 2015″

Sergio Marchionne subentra a Montezemolo alla guida della Ferrari

da in Alfa Romeo, Alfa Romeo Giulia, Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2015, Auto nuove, Berline, Sergio Marchionne
Ultimo aggiornamento:

    Ferrari, conferenza stampa congiunta di Marchionne e Montezemolo.

    Il pretesto, nell’avvicendamento alla presidenza della Ferrari tra Luca di Montezemolo e Sergio Marchionne, sono i risultati sportivi della rossa, in funzione della credibilità e forza del marchio (?). Poi ci sono i giochi di potere e la quotazione in Borsa di FCA, il prossimo 13 ottobre. Partite cruciali, così come il rilancio dell’Alfa Romeo, mission più volte definita e mai raggiunta dal manager AD del gruppo. Proprio sulla casa di Arese arriva un importante annuncio nel corso della conferenza stampa congiunta a Maranello, con Marchionne accanto a Montezemolo: la Giulia verrà svelata il 24 giugno 2015, nella data del “compleanno” del Biscione.

    Per seguire il LIVE in diretta web della presentazione della nuova Alfa Romeo Giulia 2015, BASTA CLICCARE QUI!


    La storia di Montezemolo in Ferrari

    Gira già da tempo sotto le forme di una Maserati Ghibli, con l’evidente passo accorciato nei test su strada, la berlina chiamata a mettere un primo punto fermo nella strategia Alfa Romeo. «Con Alfa Romeo abbiamo preso da Ferrari alcune persone essenziali, spero che questo trapianto di know how vada avanti, senza rischiare le capacità operative e di sviluppo della Ferrari», anticipa Marchionne, che poi approfondisce il senso unidirezionale del trasferimento di conoscenze: «C’è stato uno scambio di risorse, quasi unidirezionale, quel tipo di traffico e la direzione dev’essere mantenuta, non vogliamo pezzi Fiat su una Ferrari, non sarebbe buona cosa».

    | FERRARI, PERCHE’ IL CAMBIO DI PRESIDENZA? |

    Pensando al prodotto di serie, ha liberato il campo anche da ogni ipotesi di un suv con il Cavallino rampante sul cofano, per quello è pronta Maserati nel prossimo futuro a partorire un’avversaria diretta della Porsche Cayenne, la Levante. Poi, traccia i confini del polo del lusso, relegando una possibile stretta cooperazione solo con Maserati, escludendo il marchio di Maranello: «Considerando tutte le critiche sul piano strategico del gruppo non sarebbe una buona idea. C’è chi ha messo in dubbio la nostra capacità di attuarlo, Maserati l’abbiamo già fatto. Non c’è la minima intenzione di integrare le operazioni di Ferrari nel sistema FCA, [dobbiamo] proteggere l’integrità della realtà Ferrari e non inquinarla da un sistema automobilistico di mass market. Il successo di Ferrari è quello di essere un marchio unico, non può derivare da FCA né tecnologia né accesso ai mercati».

    Oltre a discutere delle ragioni dell’avvicendamento al vertice, gli obiettivi e le aree nelle quali intervenire, Marchionne ha provato a “vestire” i panni del dimissionato Montezemolo, quando gli hanno chiesto come immagini il suo passo d’addio futuro, ha commentato: «Il mio ruolo da a.d.

    di Fiat dipende totalmente dal supporto del Cda. Quando verrà a mancare l’indirizzo strategico, subentrerà stanchezza, [sentirò il peso] dell’età, rassegnerò le dimissioni. Io dipendo dal supporto continuo di un ente che non sono io, non ho autorità per dire se e quando andrò via. Se i miei piani coincideranno con quelli dell’azienda uscirò [in un tempo definito], altrimenti quando vorrò.

    Pensare che si abbia il diritto a restare permanentemente, è il problema di questo paese, non svecchiamo la classe dirigenziale, è qualcosa che non è nella cultura del gruppo. Si deve preoccupare di come far passare le redini da una generazione all’altra, preparando una serie di successori. L’elenco c’è e il Cda è al corrente di chi potrebbe sostituirmi, nessuno va al buio».

    Fabiano Polimeni

    679

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alfa RomeoAlfa Romeo GiuliaAnteprima autoAnticipazioni AutoAuto 2015Auto nuoveBerlineSergio Marchionne

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI