Motor Show 2008: consegnate le prime Fiat Grande Punto Natural Power

Un'auto che, sopratutto in tempi di crisi e di attenzione per l'ambiente, sta dando tante soddisfazioni a Fiat, parliamo della Fiat Grande Punto Natural Power che al Motor Show 2008 è stata donata a chi l'aveva vinta al concorso Eni e Fiat

da , il

    Motor Show 2008: consegnate le prime Fiat Grande Punto Natural Power

    Spendi 5 euro di metano e puoi vincere una Fiat Grande Punto Natural Power nel concorso voluto da Fiat e Eni che prevedeva, al grido “Solo 5 euro di metano e puoi vincere anche tu”, un’auto come la già citata Fiat Grande Punto che è stata consegnata proprio in occasione del Motor Show 2008 al suo primo vincitore.

    Il concorso è stato ed è ancora, visto che scadrà il prossimo 14 dicembre, l’occasione per conoscere meglio la Fiat Grande Punto Natural Power andata a ruba fra gli acquirenti, si pensi che nel periodo gennaio-agosto 2008 si sono registrate circa 43.000 vendite di automobili Fiat a metano contro le 33.000 dell’analogo periodo del 2007.

    Interessantissimo il costo di esercizio di quest’auto visto che con 12 euro è possibile fare il pieno di metano e ogni 100 chilometri si spendono mediamente poco più di 3 euro e mezzo

    Altro punto di forza del nuovo modello è la sua straordinaria autonomia: infatti, funzionando a metano, può percorrere 310 km grazie alla capacità totale di 84 litri delle due bombole. Record del segmento che va ad aggiungersi alla capacità di 45 litri del serbatoio a benzina: in questo modo, la Grande Punto Natural Power supera i 1.000 chilometri di percorrenza con un “pieno di tranquillità”. Inoltre va segnalato che è sempre più facile fare rifornimento di gas naturale grazie ad una rete in continua espansione (oggi i distributori in Italia sono 650).

    In ambito all’impatto ambientale c’è da ricordare, infine, che le emissioni di CO2 con una Fiat Grande Punto Natural Power sono ridotte del 23%, per non considerare, infine, che chi acquista quest’auto ha la possibilità di circolare in tutte le aree urbane soggette a limitazioni di traffico (legate all’eccessiva presenza di emissioni inquinanti), oltre a poter parcheggiare il veicolo anche in autorimessa.