Motori ibridi: anche Londra avrà i suoi mezzi ecologici

Tale mezzo però rispetta quei requisiti importanti che sono, in primis, l’attenzione verso l’ambiente ed i consumi limitati, due importanti elementi che hanno reso possibile il ritorno del Double-Decker, tant’è che il bus è un ibrido costruito da Volvo e si chiama B5L Hybrid Double Deck

da , il

    Volvo B5L Hybrid Double Deck

    Gli autobus a due piani londinesi,i famosi taxi neri ed il fumo di Londra, sono per un turista e non solo per lui, tutti tasselli di un mosaico che hanno sempre reso la capitale inglese, unica, anche soltanto per questo; il solo fatto di poter immaginare di eliminare anche solo uno di questi elementi significherebbe stravolgere un po? l?aspetto della celeberrima città europea.

    Eppure, il vecchio bus a due piani, ritenuto inquinante, rumoroso e poco indicato per i diversamente abili è stato fatto oggetto di bersaglio da chi voleva sollevarlo in maniera definitiva dal suo incarico, fatto avvenuto circa quattro anni fa, ma ci si sarà resi conto nel frattempo che certi simboli di una città sono tanto radicati nell?intimo tessuto della metropoli che toglierli significa stravolgerne l?essenza ed infatti torna quello che in termini appropriati si chiama Double-Decker, ovvero, l?autobus a due piani, ma stavolta a produrlo è stata Volvo.

    Tale mezzo però rispetta quei requisiti importanti che sono, in primis, l?attenzione verso l?ambiente ed i consumi limitati, due importanti elementi che hanno reso possibile il ritorno del Double-Decker, tant?è che il bus è un ibrido costruito da Volvo e si chiama B5L Hybrid Double Deck.

    Fino adesso ne sono stati concessi alla città di Londra soltanto sei esemplari, ma visti i numeri che il mezzo realizza, 30% di carburante in meno e tanta CO2 sottratta all?ambiente, è difficile non credere che il bus non aumenti numericamente la propria presenza nel tessuto londinese.