Multe archiviate nel catanese

Multe archiviate nel catanese
da in Associazioni Consumatori, Codice della strada, Mondo auto, Multe
Ultimo aggiornamento:

    Le multe per eccesso di velocità, annullate nel catanese

    Importante successo ottenuto dalla Confconsumatori Sicilia a favore di quei cittadini catanesi multati sull’asse dei servizi a partire dal 2 maggio.Infatti, grazie all’apporto dell’Associazione dei Consumatori, la provincia di Catania che aveva elevato le multe ne ha, adesso, disposto l’archiviazione.

    “Questa è stata innanzitutto – dichiara Confconsumatori – una vittoria dei cittadini catanesi, che hanno dimostrato di avere la schiena dritta e si sono ribellati ad un’ingiustizia. Per quanto ci riguarda abbiamo dato voce e rappresentanza, per ciò che ci compete, a questo moto spontaneo di partecipazione e di protesta. Tutte le multe sono state revocate, ma quelle relative a velocità superiore ai 90 km/h, più la tolleranza di legge, dovranno essere rimodulate nelle sanzioni principali ed accessorie e rinotificate con nuovo verbale. Infine la determina stabilisce che dovrà essere data comunicazione a tutti gli interessati dell’avvenuta archiviazione dei verbali di accertamento”.

    Ma cosa dovranno fare i cittadini sanzionati?
    “I cittadini – afferma l’associazione – non dovranno fare nulla, dovranno a questo punto attendere a casa tali comunicazioni o notifiche. Stiano quindi tranquilli perché non dovranno richiedere nessuna informazione e nessun chiarimento e non dovranno sobbarcarsi la fatica di estenuanti file per accedere ad inutili uffici.

    Restano ancora irrisolti diversi problemi, primo fra tutti quello relativo alle multe sul Viale Mediterraneo, per le quali non è intervenuto, ad oggi, nessun atto di revoca e per le quali consigliamo ai cittadini, di non far scadere i termini e proporre comunque ricorso in assenza di fatti nuovi”.

    “La fermezza iniziale e i richiami farisaici all’osservanza della legge hanno avuto il loro ben servito. Tutto quanto accaduto – ha affermato l’avv. Carmelo Calì, Presidente di Confconsumatori Sicilia – poteva esser evitato solo se si avesse avuto l’accortezza non tanto di riconoscere gli errori, ma di prevenirli. La sicurezza stradale non potrà mai essere raggiunta con atti di giustizia sommaria, finalizzati solo a svuotare le tasche dei cittadini”.

    356

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Associazioni ConsumatoriCodice della stradaMondo autoMulte Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI