Neopatentati – Nuove norme ok per il 61% dei lettori

A pochi mesi dalla loro introduzione le nuove norme per i neopatentati sembrano aver riscosso il favore delle persone, almeno a giudicare dai risultati del nostro sondaggio

da , il

    neopatentati mini

    Il 2011 sarà ricordato come l’anno della stangata per i neopatentati. Le nuove leggi in tema di sicurezza stradale prevedono forti limitazioni per chi ha preso la patente da meno di tre anni. Le normative oggi in vigore impongono infatti limiti di velocità, di cilindrata e di potenza per le auto che i giovani (o comunque tutti coloro che hanno da poco superato l’esame della patente) possono guidare, sia in città che in autostrada. Come sono state prese queste nuove norme dalla gente? Molto bene, almeno a giudicare dal nostro sondaggio.

    Un lettore di Alla Guida su tre ha dichiarato di essere soddisfatto dell’introduzione delle nuove leggi. La risposta più votata è stata infatti “Finalmente, era ciò che ci voleva” con ben il 32% delle preferenze. Questo dimostra che, almeno per chi segue il nostro blog, la sicurezza dei neopatentati va imposta dall’alto con leggi e regole stringenti.

    La seconda opzione più scelta è stata, con il 29% dei voti, comunque positiva: “Sono utili, ma eccessive”. Pur ritenendo troppo rigide le normative introdotte all’inizio dell’anno, anche questi lettori ritengono necessario un intervento per rendere meno pericolosa la guida per chi ha la patente da meno di tre anni. Il totale dei voti positivi arriva così al 61%.

    Gli scettici rispetto all’introduzione delle nuove limitazioni per i neopatentati nel Codice della Strada sono il 39%, così suddivisi: per il 22% dei votanti queste regole “Non cambieranno nulla”; per una minoranza, comunque significativa, del 17% il problema sta nella famiglia, dato che “Ci vuole più educazione”.