Nissan Micra 2013: prime immagini del restyling

Non lasciatevi trarre in inganno dai loghi e dalle scritte: si tratta proprio del restyling della Nissan Micra 2013

da , il

    Non lasciatevi trarre in inganno dai loghi e dalle scritte: si tratta proprio del restyling della Nissan Micra 2013. L’auto nelle foto riporta la denominazione “March”, perchè l’utilitaria giapponese viene venduta con quel nome in determinati mercati. La vettura in veste rivisitata è stata ufficialmente svelata in Tailandia, ma sarà venduta anche in tutti gli altri mercati, Europa inclusa, a partire dai prossimi mesi. Il modello attualmente in vendita è la quarta generazione della Micra ed è giunta oramai al suo terzo anno di produzione: i manager dell’azienda di Yokohama hanno pensato di rinfrescare leggermente l’immagine della vettura, in modo da mantenere il passo della concorrenza, che nel corso degli anni non resta di certo ad aspettare. Quando era stata ora di rinnovare la “vecchia” serie del 2002, i designer hanno avuto il difficile compito di aggiornare uno stile veramente particolare e moderno: il risultato è stato meno audace del previsto ed infatti il riscontro da parte del pubblico è stato solo tiepido.

    Con questo facelift di metà carriera si è voluto aumentare la personalità del modello, cercando di renderlo nuovamente simpatico, quasi a ritornare un po’ indietro sui propri passi. Il frontale guadagna una nuova fascia paraurti, caratterizzata da una grossa presa d’aria centrale trapezoidale e dai proiettori fendinebbia posti ai lati su elementi cromati, nonchè un’inedita mascherina e gruppi ottici leggermente rivisti nella forma. Nuovi anche lo scudo paraurti ed i gruppi ottici al posteriore, questi ultimi contraddistinti da una nuova geometria interna a LED. Completano il tutto una nuova scelta di cerchi in lega ed alcune nuove colorazioni per la carrozzeria, elementi tipici di un restyling.

    Spostandoci all’interno, la rivisitazione degli stilisti Nissan ha riguardato solamente pochi particolari. Nella console centrale notiamo che sono state ridisegnate le bocchette per l’aerazione e la plancetta per i comandi dell’impianto di climatizzazione. Nuova anche la strumentazione, unita a dei rivestimenti inediti per i sedili.

    Per il resto non siamo ancora stati informati di eventuali modifiche dal punto di vista meccanico. È lecito aspettarsi che la gamma resti composta dalle solite motorizzazioni da 1.2 litri tre cilindri con potenze di 80 e 98 CV, con coppie rispettivamente di 110 e 142 Nm, a benzina. Volendo la variante da 80 cavalli è disponibile con impianto a GPL. Anche i prezzi non dovrebbero subire particolari ritocchi.