Noble Moy M15, Ferrari e Lamborghini tremano!

Noble Moy M15, Ferrari e Lamborghini tremano!

La Noble Moy, la Casa automobilistica, spina nel fianco delle supercars italiane

da in Auto nuove, Auto sportive
Ultimo aggiornamento:

    Sta facendo tanto discutere di sè la Noble Moy che, dopo aver presentato la sua M12, è pronta con la fiammante M15, per sbarcare, in pompa magna, alla fine di quest’anno.

    Viva la preoccupazione di Ferrari che, pur avendo una degna concorrente da porre davanti l’ascesa della nuovissima azienda britannica, la F430,costa non meno di 107.000 euro contro i 63.000 della new Entry inglese, lo stesso problema dovrebbe avercelo anche la Lamborghini Gallardo, il cui prezzo è molto vicino alla concorrente Ferrari.

    Nonostante, il nuovo modello M15, sulla base delle risultanze dei dati in nostro possesso, resta sempre la M12 la versione più potente, più veloce e costosa della Casa inglese.

    Rispetto alla prima versione, però, la M15 monta sospensioni più morbide che danno un assetto migliore alla vettura e maggior confort per gli occupanti. L’auto monta il nuovissimo 3,0 litri turbo a 6 cilindri, longitudinale anzicchè trasversale, come avvenuto in precedenza, che sviluppa ben 455 cavalli di potenza con cambio a sei velocità, per un’auto che pesa soltanto 1.250 chilogrammi e che trae origine, del resto come l’intera struttura della vettura, dal M14. Rinnovati gli interni, con nuovi disegni del cruscotto e l’adozione di nuovi e più gradevoli materiali d’impiego.

    M15 ha un rapporto di alimentazione-peso di 370 cavalli per tonnellata che risulta migliore sia della Ferrari F430 che della Lamborghini Gallardo, ha un’accelerazione da 0 a 100 orari in 3,5 secondi e raggiunge una velocità massima di 350 km/h.

    Nuovi spazi utili per i passeggeri, caratterizzano, anche, i nuovi interni; pensiamo agli innovatori bagagliai, sufficientemente capienti se consideriamo il tipo di auto, anteriori e posteriori, così come aggiornata sembra la nuova adozione di sicurezza che prevede il nuovissimo controllo di trazione elettronico e il nuovo sistema ABS montato per ogni ruota che ha già subito il notevole potenziamento dei freni a disco autoventilati di maggiori dimensioni rispetto al M12.

    Vedremo a luglio, presso il Salone dell’auto britannica, esposto questo nuovo modello e, fra gli osservatori, pensiamo non manchino rappresentanti delle due Case di punta dell’automobilismo italiano in ambito alle supercar, sicuramente curiosi di apprendere, come fa, una azienda nata da pochissimo, a “sfornare” vetture che costano tanto poco, rispetto alle loro e che vanno tanto bene, se non addirittura meglio, delle supercar, vanto del nostro Made in Italy.

    424

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveAuto sportive
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI