NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Nuova Mazda 6 al Motor Show 2007: come va l’inedita vettura

Nuova Mazda 6 al Motor Show 2007: come va l’inedita vettura
da in Coupè, Mazda, Motor Show Bologna 2016
Ultimo aggiornamento:

    Rispetto al passato, la nuova Mazda 6, in questi giorni al Motor Show 2007, è più leggera, fatto questo che si riflette su prestazioni e consumi, ma anche su una maggiore elasticità di marcia, oltretutto la “cura dimagrante” cui si è sottoposta la vettura non è da poco, visto che la stessa ha già perso qualcosa come oltre 35 chilogrammi, grazie all’impiego di nuovi materiali più duttili, leggeri ma non per questo poco resistenti.

    Ma c’è di più, pur essendosi alleggerita, la nuova Mazda 6, è diventata anche più grande, in termini di lunghezza, più di 7 centimetri e un paio di larghezza che, pochi o molti che siano, han fatto eccome la differenza col passato, visto che la nuova vettura è sicuramente più confortevole e spaziosa di un tempo.

    Oggi, se dovessimo collocare in un segmento determinato la nuova Mazda 6, non ci verrebbe del tutto semplice, perché, di primo acchito, penseremmo ad una sportiva pura, ma al contempo, anche molto coupè, fatto sta che parliamo di una quattro comodi posti pensata per famiglie poco numerose, o per single che spesso viaggiano in compagnia anche per lunghi viaggi; per tutti, comunque, la consapevolezza che i giapponesi hanno realizzato una vettura grintosa, ben fatta e sicuramente nuova e piacevole quanto basta per contrastare la concorrenza in questo settore che non manca di certo, Ford Mondeo e Alfa Romeo 159, sono le prime due che ci vengono in mente.

    Ma, al di là delle apparenze, dove stupisce positivamente la vettura, è nel suo motore, un brillante, vivace e potente 1.800 cc di cilindrata da 120 cavalli di potenza, capace di emozionare con la sua silenziosità di marcia e i guizzi improvvisi, quando serve che rendono certamente dal temperamento sportivo la vettura. Tant’è che a parlare sono le prestazioni, poco più di 11 secondi per accelerare da 0 a 100 orari, con la possibilità di raggiungere la massima velocità, 200 orari, in perfetta progressione e senza tentennamenti, con consumi accettabili, visto che con 1 litro, la Mazda 6, ha percorrenze dell’ordine dei 15 chilometri o quasi.

    Ricca la dotazione di serie, si parte da quella di sicurezza, con ABS, 6 airbag, controllo della stabilità e della trazione, pedaliera retrattile, in caso di incidente, poggiatesta anti colpo di frusta, attacchi isofix posteriori per il seggiolino dei bambini.

    Per quan to riguarda il resto, la vettura si dota di gradevoli cerchi in lega leggera da 16 pollici di diametro che montano gomme 205/60 R16, chiusura centralizzata delle portiere sofisticato impianto radio/CD/MP3, specchietti retrovisori esterni riscaldabili e manovrabili elettricamente, volante in pelle regolabile insieme al sedile del conducente, sia in profondità che in altezza.

    Tuttavia, è proprio all’interno che la Mazda 6 mostra le sue lacune, peccato, con tanta dedizione messa dalla Casa costruttrice in quest’auto, sarebbe bastato poco per giungere la totale perfezione, eppure, le rifiniture sono un po’ approssimative, con coperture in plastica di qualità non eccelsa e poca attenzione ai particolari in sede di montaggio, comprese soluzioni abitative, in fatto di rifiniture, che non sono del tutto consone ad un’auto della classe cui tende.

    Vero è che la Mazda 6, di tutte le dirette concorrenti è quella che costa meno, 21.000 euro, si pensi che una rivale come la Volkswagen Passat 1.600 costa quasi 6.000 euro in più, ma ciò non giustifica l’esistenza di pecche senza le quali, Mazda, avrebbe potuto quasi aspirare alla semi-perfezione.

    589

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CoupèMazdaMotor Show Bologna 2016
    PIÙ POPOLARI