Mercedes GLA 2018: foto spia della nuova generazione

Ripreso un prototipo della prossima Mercedes GLA. Le foto spia indicano notevoli somiglianze con la berlina Classe A. Arrivo sul mercato nel 2018 o 2019

da , il

    Mercedes GLA 2018: foto spia della nuova generazione

    Ci vorrà ancora del tempo per vedere la nuova generazione della Mercedes GLA, l’ottimo SUV compatto con la stella. Si parla del tardo 2018 o addirittura del 2019. Intanto circolano i prototipi per i vari test stradali, come si vede in queste recenti foto spia. Emergono dal camuffamento alcuni dettagli dei fari a Led e dei paraurti. Da un’occhiata superficiale le somiglianze nel design tra Mercedes GLA e la sua corrispondente versione a berlina (sempre considerando la nuova generazione avvistata e ripresa dalle relative foto spia), la Mercedes Classe A, sono parecchie. Al punto che l’unica differenza sostanziale tra le due sembra proprio l’assetto rialzato, a parte i parafanghi allargati tipici dei crossover.

    MERCEDES GLA, PIATTAFORMA, MOTORI E INTERNI

    La prossima Mercedes GLA nascerà da un’evoluzione della piattaforma MFA (Modular Front-wheel Architecture), l’architettura a trazione anteriore. Da questo pianale vengono costruite anche le varie versioni della Classe A e della CLA. Successivamente, forse nel 2020, si aggiungerà una Classe A in versione sedan, cioè berlina classica a tre volumi.

    Naturalmente i modelli più sportivi saranno dotati, come ora, della trazione integrale 4Matic. Anche per quanto riguarda i motori della Mercedes GLA di nuova generazione non ci dovrebbero essere sorprese, perché i più recenti 2.0 a quattro cilindri, a benzina e diesel, sono talmente versatili da adeguarsi a qualsiasi struttura.

    Anche a proposito degli interni della prossima Mercedes GLA, è naturale attendendersi una strettissima somiglianza con quelli della Classe A, a sua volta derivati dalle ultime evoluzioni stilistiche espresse dalla Classe E. In primis il quadro strumenti digitale a doppi elementi (ma questo è stato introdotto dalla Classe S). E’ presto per parlare d’altro. Attendiamo.