NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Nuova Saab 9-3: l’influsso benefico della Aero-X

Nuova Saab 9-3: l’influsso benefico della Aero-X
da in Berline, Saab, Saab 9-3, Salone di Ginevra 2017
Ultimo aggiornamento:

    La concept car Saab Aero x, da cui deriva, in parte la nuova 9-3

    Peccato non poter esser certi che la Saab Aero X, che già vedemmo lo scorso anno al Salone di Ginevra, non avrà un seguito essendo relegata al ruolo di concept car. Tuttavia e non è un caso che le Case automobilistiche investano molte risorse nella produzione di prototipi che sanno già in partenza non vedranno mai la luce, proprio con la Aero-X, la Saabs ta mutando il suo stile, il suo design arroccato a logiche costruttive rimaste un po’ pietrificate nel corso dei decenni a poco avezze ai cambiamenti fino a pagare caramente la loro politica del tutto immobile, stilisticamente parlando, sia chiaro, nei confronti di una concorrenza agguerrita che invece andava e va avanti.

    A beneficiare per prima di questo “primum movens” che ha interessato l’ azienda , la 9-3 che, sottoposta ad un energico restyling complessivo, evidenzia da subito, i segni di un radicale cambiamento dello stile e del design ; lo vedremo in Italia a fine settembre con la commercializzazione delle prime versioni di questo inedito modello.

    La storia della 9-3, ha origini lontane, dobbiamo portarci coi ricordi al 1993, quando la Saab decise di cambiare la ormai obsoleta 900 costruita nel 1978. La vettura così rimodernata ebbe un buon successo in Italia, visto che ne sono state vendute quasi 700 mila, ancora di più se si pensa ai prezzi di vendita della vettura che, partono da quasi 25.000 euro, fino a giungere a quasi 48.000 euro.

    Oggi, alla vigilia della presentazione della nuova 9-3, la vettura appare riveduta e corretta in molti punti, a partire dalla scelta di versioni e dalla gamma di proposte, visto che faremo la conoscenza immediata con un motore di 2,0 litri di cilindrata da 200 cavalli di potenza a benzina, oppure benzina-bioetanolo, che da noi non attecchirà, però, in questo allestimento. Altri motori inediti saranno il 6 cilindri, benzina da 2,8 litri di cilindrata da 280 cavalli di potenza, sia berlina che station wagon e il turbodiesel di 1.900 cc. di cilindrata da 180 cavalli di potenza, cui han messo le mani…. gli italiani.

    Inedita quanto mai anche la soluzione, per le versioni benzina, berlina e station wagon, della trazione permanente XWD, che comprende anche il controllo di trazione e il differenziale posteriore autobloccante. Nuova anche nello stile, la nuova 9-3, si differenzia per un nuovo disegno del cofano e dei paraurti più generosi cui spicca anche il nuovo profilo dei gruppi ottici anteriori. Insomma, una vettura molto più moderna che darà filo da torcere ai diversi competitors cui si misura la vettura; grande attenzione, come al solito, al capitolo sicurezza attiva e passiva da parte di Saab anche con questa nuova versione, che sarà in grado di soddisfare le esigenze di chi cerca in un’auto grande affidabilità, ottimo design, prestazioni brillanti, a prescindere dal proprio temperamento di guida e dall’età di chi l’acquisterà.

    Insomma, un’auto pensata per sollevare l’azienda da quella crisi in cui era piombata da diverso tempo, un esempio, la Casa ha venduto il 2 e mezzo per cento in meno in Italia rispetto allo scorso anno e così è stato anno dopo anno, anche se le previsioni ipotizzano, proprio con questo nuovo modello, un segno più , a partire dai primi sei mesi dall’uscita della 9-3 .

    589

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BerlineSaabSaab 9-3Salone di Ginevra 2017
    PIÙ POPOLARI