Nuova Toyota Prius: prime impressioni

Nuova Toyota Prius: prime impressioni

Arriva la terza generazione della Toyota Prius, più moderna della attuale versione e del tutto rinnovata a dieci anni e oltre dalla sua prima apparizione; grande attenzione infine ai motori oggi più potenti

da in Anteprima auto, Auto 2010, Auto Ibride, Berline, Salone di Detroit 2017, Toyota, Toyota Prius
Ultimo aggiornamento:

    Toyota Prius

    Poco più di dieci anni separano la prossima Toyota Prius dalla prima versione e sembra che fra le due auto sia passata un’era geologica, tanto anonima la prima, tanto personale il modello che verrà presentato in anteprima al Salone di Detroit l’anno prossimo e che dovrebbe raggiungere le concessionarie il prossimo 2010 .

    Sarebbe sembrato oltremodo strano che una creatura di Toyota potesse continuare ad essere tanto avulsa da tutti gli altri modelli della Casa giapponese ed allora eccola qui, la nuova Prius, auto ibrida per eccellenza, giunta alla sua terza generazione e contrassegnata da particolari che la rendono più ricercata nelle forme, con linee più dinamiche, soprattutto nelle fiancate e nuovi e più gradevoli gruppi ottici anteriori e posteriori di nuovo profilo e disegno. Da segnalare il finestrino anteriore di piccole dimensioni, un particolare questo che risulta prezioso alla guida e che abbiamo riscontrato anche in Fiat Grande Punto.

    Pure importante segnalare le nuove dimensioni della nuova Toyota Prius che oggi misura una decina di centimetri in più rispetto alla vecchia, anzi all’attuale, ciò a tutto vantaggio dell’abitabilità e del confort di marcia.

    Ovvio che nel piano di ammodernamento complessivo della Toyota Prius non potevano mancare aggiornamenti anche per gli interni, lo si vede non soltanto nei sedili più moderni e di nuovo stile, ma anche dalla nuova strumentazione digitale e dal volante che si inserisce perfettamente nella nuova logica della vettura.

    Come è ovvio che sia la nuova Toyota Prius godrà di aggiornamenti anche in ambito ai motori, che dovrebbero essere caratterizzati da un nuovo propulsore ibrido con un motore elettrico più potente che nel passato che dovrebbe garantire una maggiore economia di esercizio.

    E così ci sarà spazio per il 1.800 cc. di cilindrata in grado di erogare 100 cavalli di potenza ma che aggiunti a quelli del motore elettrico diventeranno 160 cavalli con minor consumi nell’ordine del 10% circa.

    Tutto ciò senza dimenticare la versione plug-in, quest’ultima caratterizzata da una maggiore autonomia e che sarà possibile ricaricare direttamente dalla presa di corrente di casa come si fa adesso con un cellulare.

    404

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAuto 2010Auto IbrideBerlineSalone di Detroit 2017ToyotaToyota Prius
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI