Motor Show Bologna 2016

Nuove auto elettriche 2017: modelli, uscite e prezzi delle novità [FOTO]

Nuove auto elettriche 2017: modelli, uscite e prezzi delle novità [FOTO]
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2017, Auto Ecologiche, Auto Elettriche, Auto nuove, Mercato Auto
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/11/2016 15:33

    Nuove auto elettriche 2017: modelli, uscite e prezzi delle novità. L’elettrica è un tipo di vettura che sta conquistando sempre più maggiori consensi, sia nell’opinione pubblica, sia in chi può tramutarsi in un semplice cliente. Le industria automobilistiche, chi più e chi meno, stanno puntando sullo sviluppo di alcuni nuovi modelli, per garantire autonomie sempre maggiori, stanno cercando soluzioni all’avanguardia per tentare di limare i costi di produzioni e per garantire prezzi di mercato più bassi. Per tutti questi motivi e per tanti altri ancora, l’elettrica si sta facendo strada, in molti sono incuriositi da questi motori ecologici e silenziosi. Anche le ben note vicende che hanno riguardato il cosiddetto “Dieselgate” hanno acceso i riflettori sull’elettrico, che viene in questo modo considerato come più che un’alternativa ai propulsori ad alimentazione “canonica”, e hanno sensibilizzato la popolazione mondiale sul tema dell’inquinamento degli scarichi. In questo articolo vi proponiamo le prossime uscite per l’anno 2017, le nuove elettriche, andiamo a scoprirle.

    Hyundai Ioniq questo è il nome della nuova ibrida made in Corea del Sud, una berlina compatta che può considerarsi come l’anti Prius. La gamma sarà piuttosto nutrita con tre varianti ecologiche che aiuteranno non poco i clienti a fare la scelta giusta: ibrida classica, elettrica e ibrida plug-in. Per la ibrida classica l’attesa è quasi terminata, la commercializzazione sarà a partire da ottobre 2016, per l‘elettrica bisognerà aspettare la fine dell’anno, mentre la ibrida plug-in sarà la novità del 2017, con un arrivo sul mercato a partire da febbraio dell’anno venturo. La linea è molto classica e proprio per questo potrebbe risultare una scelta vincente. La classica ibrida sarà spinta dal motore benzina aspirato a iniezione diretta (200 bar) 1.6 GDI, capace di erogare 105 cavalli e 150 Nm di coppia massima, ai quali sommare i 32 kW del motore elettrico, con 170 Nm di coppia; quest’ultimo trarrà energia dalla batteria agli ioni di litio, collocata appena davanti alle ruote posteriori, sotto il sedile. La trasmissione potrà contare su un cambio doppia frizione 6 marce. Il prezzo sarà a partire da 25.000 euro.

    Nei piani di GM, la Opel Ampera-e sarà l’elettrica che andrà a succedere alla Chevrolet Bolt. Per risollevare le vendite di una vettura che ha registrato pochi successi, la prossima Ampera effettuerà un piccola rivoluzione, cambia totalmente formula, da berlina tre volumi si fa monovolume con tocchi da crossover. L’autonomia di marcia superiore a qualsiasi competitors nel segmento dovrebbe essere una delle sue armi più forti da spendere. Non solo, il prezzo sarà anche abbordabile, intorno ai 24.000 euro, se preso come mezzo di paragone la Nissan Leaf. Immaginando una trasposizione delle note tecniche di Chevrolet Bolt EV, vista al Salone di Detroit, su Opel Ampera-e, dovremo attenderci un’auto vivace in accelerazione, grazie ai 200 cavalli e 360 Nm assicurati dal motore elettrico, ma soprattutto con un pacco batterie da ben 60kWh, contro una concorrenza che naviga sui 30 kWh. Stilisticamente la nuova Ampera, sarà una Chevrolet Bolt con la calandra nobile di Opel.

    Sicuramente si farà, anche la nuova generazione di Smart ForTwo avrà la sua versione elettrica, anche se non sappiamo ancora le caratteristiche principali della vettura. Conosciamo invece i diktat aziendali, la Smart ForTwo EV dovrà avere un prezzo economico, un’autonomia buona sfruttabile, un’auto sfruttabile giornalmente. Importante saranno anche i noleggia breve e a lungo termine, per riempire le città con le flotte di queste piccole vetture ecologiche. Il debutto commerciale è previsto per il 2017, come già anticipato, anche se non si hanno ancora delle date precise sul calendario.

    Dopo la berlina Model S e il crossover Model X, è il turno della berlina con carrozzeria due volumi, quella che dovrà far compiere il salto di qualità al marchio e ampliarne gli orizzonti produttivi. Dalle prime risposte avute, può riuscire nell’obiettivo. Quasi 300 mila Tesla Model 3 prenotate nelle prime ore successive alla presentazione. E’ stato un fenomeno mediatico, ma non solo perché ormai la gente ha ricevuto una sensibilizzazione notevole per quanto riguarda il tema dell’ecologia, e un mezzo come la Tesla Model 3 risponde a tutti i requisiti necessari. L’autonomia è quello di una vettura sfruttabile ogni giorno, anche per medi tragitti, infatti si parla di 345 km. Le batterie piatte sul fondo permettono un’elevata abitabilità interna, con 5 persone sedute comode. Quindi ottima autonomia e buona abitabilità. Non bisogna aspettarsi però le finezze stilistiche e il lusso visto con la Model S, la Model 3 sarà un modello accessibile alle tasche di alcuni e non di pochissimi, ma ciò nonostante sarà una valida vettura. Con lo sviluppo del nuovo pianale, oltre alla Model 3 vedranno la luce nel giro di poco tempo anche un suv e una roadster. Il prezzo potrebbe aggirarsi intorno ai 45.000 euro.

    857

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI