NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Nuove berline 2015, i modelli in uscita: occhi puntati sulla Jaguar XE [FOTO]

Nuove berline 2015, i modelli in uscita: occhi puntati sulla Jaguar XE [FOTO]

Le nuove auto con carrozzeria classica ad attenderci nel 2015, le tipiche berline tre volumi, vedranno la Ford Mondeo tra le proposte più attese, ma non sarà l'unica

da in Auto 2015, Auto nuove, Berline
Ultimo aggiornamento:

    Adesso vi anticiperemo le nuove berline del 2015. La nostra lista di berlina comprenderà sia le berline compatte, tra le quali vedremo come news la Volkswagen Golf GTE, il restyling della Bmw Serie 1 e la nuova Opel Astra, sia le berline medie come la Mercedes-Benz Classe C Plug-in Hybrid, la Ford Mondeo o l’attesa Skoda Superb, ed infine anche ammiraglie come la Bmw serie 7 che uscirà del tutto nuova intorno a novembre del prossimo anno, senza tralasciare la Jaguar XE. Andiamo a scoprirle ancor più nel dettaglio, ordinandole dalle prime in uscita.

    Ford Mondeo

    Il primo impatto che si ha osservando la nuova Mondeo è quello di trovarsi di fronte un’auto ben più prestigiosa, perché il nuovo frontale ricorda moltissimo qualcosa di molto british, e di molto Aston Martin, perciò si rimane piacevolmente colpiti e non può non essere notata. La calandra e gli elementi dell’anteriore sono sicuramente appariscenti, e la macchina piace anche alla prima occhiata, perciò una volta sedotti dall’esterno, sarebbe lecito aspettarsi lo stesso trattamento dagli interni, e così è in quanto pure l’abitacolo sembra di un altro lignaggio con le plastiche morbide e lavorate, con tutti i dettagli al posto giusto.

    La selleria in pelle è di buon gusto, mentre il cruscotto che è metà digitale e metà analogico contiene tutte le informazioni per la guida. Quello che lascia un po’ perplessi è la zona del tunnel centrale, in cui lo scopo di semplificare i comandi ha reso il tutto un po’ scarno. Le principali funzioni interattive dell’auto si comandano dal touch screen, purtroppo poco sensibile al tocco e particolarmente percettibile allo sporco. Il keyless entry o l’apertura e chiusura remota del baule ed il SYNC2 sono disponibili anche sulla versione base, seppur senza navigazione integrata. Il nuovo software, sviluppato per Ford da Microsoft, è stato ottimizzato sulla nuova Mondeo consentendo di effettuare la maggior parte delle operazioni per mezzo di comandi vocali. La Mondeo è dotata di tutti i sistemi utili per migliorare la sicurezza di guida e per aiutare il guidatore quali: cruise control adattivo con funzione freno, assistente di corsia, riconoscimento pedoni e riconoscimento segnali stradali, oltre alla tecnologia per il parcheggio automatico.

    I motori: ci sono i turbocompressi a benzina e diesel, già sfoggiate su altri modelli di casa Ford. Il tre cilindri 1.0 sviluppa 125 cavalli e 170 Nm di coppia massima ed è abbinato a un cambio manuale sei marce; non sarà disponibile sin dal lancio, bensì dalla primavera 2015, così come il 2 litri Tdci da 210 cavalli, bel biturbo prestazionale, l’1.5 Tdci da 120 cavalli e la variante integrale abbinata al 2.0 Tdci 150 e 180 cavalli.
    Il lancio di Ford Mondeo prevede, invece, da subito l’Ecoboost 1.5 da 160 cavalli e 240 Nm, con cambio manuale sei marce, il due litri in due diversi step di potenza (203 e 240 cavalli) ma un unico valore di coppia (345 Nm), così come la trasmissione, automatica a sei rapporti. L’offerta diesel, passa da 2.0 Tdci con 150 e 180 cavalli, rispettivamente con 350 e 400 Nm di coppia, mentre il cambio è un manuale sei marce per il primo contro il Powershift 6 rapporti del 180 cavalli. L’uscita effettiva è prevista per Gennaio del 2015 mentre per quanto riguarda il prezzo si parte da 27.250 euro.

    Mercedes-Benz Classe C Plug-In Hybrid

    Abbiamo già conosciuto la Mercedes-Benz Classe S Plug-In Hybrid, e sappiamo che molto presto (probabilmente già a Gennaio) uscirà anche la berlina media della Stella, la Classe C, in versio Plug-In Hybrid. Proprio come la sorella maggiore sappiamo che lo sportellino della presa elettrica per ricaricare la batteria si trova sopra il paraurti posteriore, esattamente sotto il gruppo ottico destro, esattamente come è stato fatto sulla Classe S, a testimonianza di come oggi giorno il family-feeling si manifesti anche con questi piccoli dettagli. Una delle novità più importanti che si scorgono su questa tipologia di Classe C è la presenza di un’inedita mascherina frontale con prese d’aria parzializzate, a tutto vantaggio della resistenza aerodinamica. Questa C Plug-In Hybrid si distinguerà dalla Bluetec Hybrid per un powertrain caratterizzato da un motore a benzina e non a gasolio. Il propulsore scelto è il 2.0 litri turbo da 211 cavalli coadiuvato da un motore elettrico. I consumi dovrebbero essere da utilitaria, attestandosi intorno ai 3 litri ogni 100 km. Il prezzo è ancora da decifrare.

    Volkswagen Golf GTE

    Il futuro è alle porte e Volkswagen non si fa certo pregare per trovare nuove e alternative soluzioni, così presto farò il suo debutto ufficiale anche la Golf GTE, già a Gennaio 2015. Come sempre sarà una Golf che abbinerà un motore 1.4 Tsi da 150 cavalli che abbinato ad un motore elettrico arriva fino ai 204 cavalli. La cosa sensazionale è il consumo dichiarato nel ciclo misto di appena 1,5 litri per 100 km, con emissioni di anidride carbonica pari a soli 35 g/km. La Golf ibrida assicura un’autonomia di marcia in modalità elettrica pari a 50 km, mentre nel complesso può percorrere fino a 939 km, combinando autonomia elettrica e a benzina. Nell’impiego a zero emissioni inquinanti, la velocità massima è autolimitata a 130 km/h ed è quella standard definita all’avvio dell’auto, ribattezzata E-Mode. Prezzo: 37.000 euro.

    Bmw Serie 1

    A Marzo 2015 sarà lecito aspettarsi anche un facelift per la Serie1 della Bmw che in questo modo andrà a somigliare ancora più alla Serie 2. Verrà quindi messa mano alla mascherina a doppio rene, i fanali ed il paraurti.

    Ma le modifiche non riguarderanno esclusivamente l’anteriore, ma toccheranno anche al posteriore che sicuramente è stato il punto debole di quest’ultima generazione di Serie 1. Infatti qui cambieranno i fanali ed il paraurti, nel tentativo di rendere la visione d’insieme più accattivante e meno pesante. L’abitacolo dovrebbe mantenere la stessa impostazione, ma è probabile che il sistema iDrive venga aggiornato all’ultima visione disponbile. Prezzo: 24.000 euro.

    Jaguar XE

    La prima cosa che colpisce di questa berlina è lo stile, si può notare come questa Jaguar abbia delle forme classicheggianti, ma che non lesinano comunque un tocco di sportività, esaltato dal grande cofano anteriore e da una coda appena accennata, molto simile a quelle delle coupé. Il frontale è caratterizzato dall’imponente mascherina, dalle prese d’aria poste sul paraurti e dalla linea di cintura alta. Ma ciò che fa di quest’auto una degna rivale delle altre tre berline premium di media taglia, ovvero Mercedes-Benz Classe C, la Bmw Serie 3 e l’Audi A4, è la tecnologia che si può ammirare su questa vettura. La Jaguar XE è provvista di un proiettore head-up display con tecnologia Laser, più leggero e nitido rispetto ai vecchi sistemi tradizionali, inoltre ha anche l’All Surface Progress Control (ASPC), un meccanismo che si attiva tra i 3,6 e i 30 km/h azionando l’impianto frenante e il motore per garantire aderenza ottimale su fondi viscidi, che volgarmente potremmo definire come un regolatore di velocità intelligente. Il sistema multimediale chiaramente è di tutto rispetto e prevede uno schermo da 8 pollici: i comandi sono vocali e non manca l’integrazione con gli smartphone, oltre all’accesso a Internet. Il sistema funziona anche come hotspot Wi-Fi e può essere gestito a distanza tramite un’applicazione (disponibile per smartphone Apple iOS e Android) per il controllo della climatizzazione, lo sblocco delle serrature e l’avviamento del motore.
    Passiamo a ciò che sta sotto al cofano:i motori sono modulari, progettati da Jaguar e sono alimentati a benzina o diesel. Per l’Italia risulta sicuramente interessante il 2.0 litri euro 6 a gasolio da 163 cavalli, che secondo il costruttore sarebbero in grado di garantire quasi 27 chilometri con un litro. Al top c’è il motore che viene montato sulla XE-S, la berlina più sportiva della gamma XE, e si tratta di un 3.0 litri benzina V6 da 340 cavalli, con velocità massima auto limitata a 250 chilometri orari. Due le opzioni per la trasmissione: all’automatico ZF a otto rapporti si affianca, sui modelli a quattro cilindri, il manuale a sei marce, anch’esso al debutto. Prezzo: parte da 37.500 euro fino a raggiungere i 55.400 euro della XE-S. L’uscita è prevista per Giugno.

    Skoda Superb

    Cresce l’attesa anche per la berlina di rappresentanza di casa Skoda, la Superb che a Marzo del 2015 verrà svelata al Salone di Ginevra nella sua quarta generazione, delle quale sappiamo che avrà il pianale in comune con un’altra berlina del gruppo Volkswagen, la nuova Passat. Alla Skoda hanno pensato che per conquistare un maggior numero di clienti bisogna puntare forte sullo stile, perciò il designer Jozef Kaban ha scelto di adottare delle soluzioni estetiche possano essere ispirate a quanto visto con la concept VisionC.
    Esattamente come la Passat anche la Superb sarà disponibile in versione sedan e in versione station wagon, e che rispetto alla versione precedente vedrà un significativo aumento della capacità di carico, proprio per agevolare le famiglie numerose, bisognose di molto spazio.
    I motori che verranno adottati sono anch’essi derivati da quelli già in uso nella nuova Passat, quindi ci sarà il diesel il 2.0 litri TDI da 190 cavalli, mentre per le versioni a benzina ci dovrebbero essere il 2.0 litri TSI da 280 cavalli, probabilmente offerto anche in abbinamento alla trazione su quattro ruote motrice, ed infine il 1.8 litri TSI da 180 cavalli, anche se in questo caso sembrano esserci meno certezze. Siamo sicuri inoltre che i propulsori disponibili verranno aggiornati mano a mano con l’aggiunta di nuove unità. Il prezzo previsto sarà intorno ai 25.000 euro, mentre l’uscita ufficiale sul mercato sarà intorno ad Agosto del 2015.

    Opel Astra

    A settembre 2015 arriverà il nuovo modello di una delle berline compatte di maggior successo, l’Opel Astra che nelle linee sappiamo che si ispirerà fortemente al concept Opel Monza che verrà certamente ammirato durante il Salone di Francoforte del 2015. Certamente la nuova Astra crescerà anche in lunghezza, aumentando di 6 centimetri (4,53 metri in totale). Ci saranno sicuramente la versione berlina, station wagon e anche quella più sportiva, la GTC e anche se il pianale rimarrà lo stesso di questa generazione, ne verranno fatte alcune modifiche, come la riduzione del peso di circa 80 chilogrammi. I motori saranno sia turbo benzina che diesel. Debutterà su Opel Astra il mille benzina turbo Sidi, affiancato dal prestazionale 1.6 Sidi da 195 cavalli. Non mancheranno poi le unità turbodiesel CDTi da 1.6 litri, recentemente proposte sugli altri modelli del marchio, in aggiornamento ai datati 1.7 CDTi. Il prezzo parte dai 17.000 euro.

    Bmw Serie 7

    Sarà presentata molto probabilmente al prossimo Salone di Francoforte, e uscirà presumibilmente intorno a Novembre del 2015. La prossima Bmw Serie 7 avrà un difficile compito, quello di contrastare un’ammiraglia d’eccezione come la Mercedes-Benz Classe S. Per riuscire in tale impresa stavolta a Monaco di Baviera hanno optato per uno stile meno senatoriale, e decisamente più sportivo e accattivante con richiami evidenti alla Bmw Serie 3. I motori saranno quelli adatti ad un’auto del suo prestigio, anche se ci sarà spazio anche per un “piccolo” 2 litri turbo benzina, collocato alla base dell’offerta, completata dai tradizionali V6, V8 e il top di gamma V12 biturbo. Ovviamente non mancheranno soluzioni all’avanguardia per quanto riguarda la tecnologia applicata alla sicurezza e quella per il confort del passeggero. Prezzo: a partire da 90.000 euro.

    1985

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2015Auto nuoveBerline
    PIÙ POPOLARI