Opel Zafira primeggia al Crash Test

Opel Zafira primeggia al Crash Test
da in Crash test, Opel, Opel Zafira
Ultimo aggiornamento:

    Ai massimi livelli il prestigio di Opel in fatto di sicurezza. Un altro ambito riconoscimento, dopo quello a suo tempo attribuito all’ Astra, giunge da Euro Ncap per la nuova Opel Zafira nelle prove di Crash Test.

    Ricordiamo che la monovolume tedesca discende proprio dalla berlina Astra, sfruttando lo stesso pianale e, già questo soltanto, è una garanzia di riuscita nella difficile prova, che ha fatto guadagnare alla Zafira le fatidiche 5 stelle tributando a questa vettura il grado massimo di sicurezza negli urti frontali, così come buono è stato il livello di protezione offerto ai passeggeri, bambini in testa.

    Anche per quanto riguarda la protezione ai pedoni, la Zafira, pare essersi adeguata da subito alla normativa europea appena entrata in vigore per tutta la produzione automobilistica. Nel dettaglio, le prove che hanno magnificato l’ ottimo lavoro svolto dalla Zafira, riguardavano il Crash Test dell’ auto immaginando un urto frontale a carico della stessa. Successivamente si è proceduto all’ urto laterale e, infine, al comportamento che Zafira offre ai bambini a bordo, con una nota alla protezione offerta ai pedoni in caso di impatto.

    A far la parte del leone il sistema SAFETEC di cui è dotata la monovolume tedesca, una serie di dispositivi ed accorgimenti che entrano in funzione nei primi millesecondi in cui si ha avuta la collisione.

    Ciò è particolarmente utile quando l’ auto viene impattata lateralmente, momento delicatissimo questo, se solo si considera la vulnerabilità delle automobili ai lati, dove non vi sono particolari protezioni e dove lo spazio che divide gli occupanti dall’ esterno è alquanto ridotto. Ciononostante la Zafira offre un alto grado di protezione anche in questo caso, in primis, offrendo una superficie elastica che si deforma distribuendo il carico dell’ impatto in larga misura su tutta la superficie disponibile. Ma fatto ancora più stupefacente è la messa in attività di accorgimenti quali, gli airbag anteriori, sia quelli frontali che laterali e a tendina laterali posti in prossimità dei sedili delle prime due fila.

    E, se essenziale dovrà essere la protezione in caso di collisione, indispensabile appare la prevenzione degli incidenti attuata mediante appositi dispositivi quali l’autotelaio interattivo IDS (Interactive Driving System) con controllo elettronico della tenuta di strada (ESPPlus), il controllo di trazione TCPlus (Traction Control), il controllo elettronico della frenata in curva CBC (Cornering Brake Control), l’anti-bloccaggio delle ruote in frenata ABS, l’assistenza alla frenata.Tutti accorgimenti sofisticatissimi che fanno di Opel Zafira una monovolume fra le più sicure fra quelle fin’ adesso in circolazione.

    429

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Crash testOpelOpel Zafira
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI