Papamobile elettrica richiesta da Benedetto XVI

Anche il Papa si schiera a difesa dell'ambiente e chiede di avere una Papamobile elettrica, che non sia più alimentata a benzina come il modello mercedes attuale

da , il

    papamobile elettrica

    Una Papamobile elettrica, questa la singolare richiesta fatta dal Papa Benedetto XVI agli ingegneri dell’autorimessa vaticana. L’obiettivo è quello di potersi muovere tra i fedeli che affollano piazza San Pietro senza inquinare. Papa Ratzinger, che da sempre si è distinto per il suo grande impegno ambientale durante il proprio pontificato, non ha mai risparmiato appelli alle giovani generazioni affinchè rispettino l’ecosistema, cercando sempre di sottolineare l’importanza dell’ambiente per la vita umana.

    Ma non solo parole, oltre queste ha scelto di passare anche ai fatti e così ha deciso di essere anche lui coinvolto per primo e di dare il buon esempio. Dopo aver dichiarato di voler far diventare il Vaticano il primo Stato della Terra totalmente carbon free, il Pontefice ha chiesto di potersi spostare a bordo di una Papamobile che non sia più alimentata a benzina come la sua attuale Mercedes o come le precedenti Fiat Campagnola modificate di Giovanni Paolo II.

    A quante pare questa non sembra però essere una richiesta semplice da soddisfare perchè questo è un tipo di veicolo che rispetta l’ambiente, non inquina, ma ha poca ripresa e potenza e la Papamobile è un mezzo molto pesante a causa della presenza di grandi vetri blindati e altri dispositivi di sicurezza.

    Il Papa però ci spera e vorrebbe che il suo desiderio fosse realizzato, proprio per questo motivo ha chiesto aiuto agli esperti ingegneri vaticani, che sicuramente proveranno ad accontentarlo in tutti i modi lavorando su questo particolare progetto. Una dimostrazione molto importante che il futuro del pianeta e l’utilizzo delle auto elettriche stanno diventando sempre di più argomenti a cuore a tutti, compreso il Papa.