Patente, Codice severo con gli over 75

Dopo i 75 anni il rinnovo della patente è abbastanza problematico

da , il

    Patente anziani over 75

    La patente di guida è di difficile rinnovo, se il guidatore supera i 75 anni di età. Il nuovo Codice della Strada impone una disciplina più severa, per chi vuole rinnovare la sua patente di guida ma si trova in là con gli anni. Ci sono diversi documenti da presentare ed una seria visita medica rigida. Del resto, chi si mette alla guida di una vettura dev’essere nel pieno delle sue facoltà fisiche, oltre che mentali.

    Certo che, se il rinnovo di patente è irto di ostacoli di ordine burocratico, ciò diventa impresa assai ardua. Per esempio, le commissioni speciali, cui un anziano si dovrebbe rivolgere, sono pochissime e sono aperte solo in precisi orari settimanali. Ne consegue, che le file per accedervi diventano interminabili.

    In aggiunta, tra i documenti da presentare, come burocrazia comanda, spesso qualcuno viene dimenticato dall’anziano automobilista: si va dalla fotocopia del codice fiscale all’autocertificazione; dalla marca da bollo da 14,62 € al versamento del bollettino da 18,59 €; fino ad altri versamenti, come quello da 9,00 €. Ma non sarebbe la sola lista cui gli anziani guidatori si dovrebbero sottoporre. Come detto, la visita medica incombe e le spese sono a carico del richiedente.

    Tutto ciò potrebbe anche non bastare, perché la commissione speciale potrebbe chiedere anche una visita psicoattitudinale. Insomma, il rinnovo della patente di guida potrebbe richiedere anche sei mesi. Con la terribile idea che, dopo due anni, il guidatore in là con gli anni dovrà tornare a rifare la stessa trafila burocratica, dato che il suo rinnovo è triennale. Forse si tratta di un celato divieto di guida per gli over 75 anni.