Peugeot 207 GPL: risolta la vertenza sollevata da Altroconsumo

La risposta di Peugeot è stata pronta e professionale, riconoscendo il problema e la responsabilità di quanto accaduto nella vettura; per porre rimedio all’inconveniente bisogna riprogrammare il software di gestione del propulsore della Peugeot 207 GPL

da , il

    peugeot 207 ecoline

    Il problema esisteva e la Casa costruttrice, correttamente, ha risposto prontamente e, si spera, ma ne siamo sicuri, adeguatamente.

    Tutto ebbe inizio quando la nota Associazione Altroconsumo mosse delle critiche a Peugeot riguardo un suo modello di punta; si trattava della Peugeot 207 Ecoline GPL. Secondo Altroconsumo infatti la vettura presentava dei difetti strutturali che si manifestavano in marcia; in pratica, la vettura si spegneva improvvisamente quando era alimentata a GPL o se durante la marcia si teneva acceso il climatizzatore; inutile sottolineare il pericolo determinato da questo accadimento.

    La risposta di Peugeot è stata pronta e professionale, riconoscendo il problema e la responsabilità di quanto accaduto nella vettura; per porre rimedio all?inconveniente bisogna riprogrammare il software di gestione del propulsore della Peugeot 207 GPL. Il rimedio è stato già applicato alle nuove vetture di prossima commercializzazione, si tratta adesso di intervenire su quelle già in uso alla clientela ai quali è stata inviata una comunicazione a mezzo lettera raccomandata A.R.; “Trattasi ovviamente di intervento senza alcun costo per il cliente. Tale operazione preventiva viene inserita nel sito del Ministero dei Trasporti”.

    “Un’operazione preventiva – precisa l’azienda – è il risultato di un insieme di tappe indispensabili: l’individuazione dell’inconveniente, l’identificazione della causa, la ricerca della soluzione tecnica, la sua validazione industriale, la produzione dei pezzi e la loro distribuzione. Ovviamente, le modalità sopradescritte fanno sì che passi un po’ di tempo dalle prime segnalazioni dei clienti al momento del lancio dell’operazione preventiva”.

    Dunque un plauso ad Altroconsumo che ha individuato il problema e si è fatto carico della voce della clientela ed anche a Peugeot che ha provveduto a porre rimedio all?inconveniente stesso.