NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Polizza auto giornaliera, solo quando usi l’auto

Polizza auto giornaliera, solo quando usi l’auto
da in Assicurazione auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Assicurazione auto

    L’assicurazione auto è uno dei capitoli di spesa che gravano maggiormente sul portafogli degli automobilisti e, proprio per questo, laddove è possibile, è bene conoscere le possibilità offerte dalle nuove polizze assicurative in relazione a speciali esigenze dell’assicurato.

    Non è raro, per esempio, assistere a casi in cui, il proprietario di un’auto utilizza la vettura solo determinati giorni della settimana, eppure paga un premio di assicurazione come se la usasse tutti i giorni. Basti pensare a chi si serve dell’utilitaria per andare a lavorare tutti i giorni e dell’auto “importante”, per l’intera famiglia, solo per allontanarsi il week end o per le feste, eppure, su quest’ultima auto, paga lo stesso premio che pagherebbe come se la usasse a tutte le ore.
    Ma adesso le cose sono cambiate e vediamo come.

    La Polizza auto giornaliera
    Alcune Compagnie di assicurazioni, prevedono particolari polizze auto che coprono gli spostamenti prestabiliti con la vettura assicurata, solo quando serve. Immaginiamo anche il caso di professionisti che utilizzano una determinata auto solo una, due volte la settimana, per portarsi in zone, per esempio, più impervie, per raggiungere studi professionali dove si recano a giorni stabiliti. Ebbene, in questi casi, si paga un premio relativo all’effettivo utilizzo della vettura che tiene conto dei giorni in cui l’auto è parcheggiata in garage, inutilizzata.

    Come funziona la Polizza auto giornaliera

    Poiché l’assicurazione RC auto è obbligatoria, la copertura vale per l’intero periodo di assicurazione, sempre, anche nei giorni in cui la macchina prevediamo stia ferma. Ciò per diverse ragioni, esempio, un’urgenza, un cambio improvviso dei programmi, un furto dell’auto, evenienza questa da tenere in considerazione, perché, laddove il ladro incorresse in un sinistro, la polizza deve continuare ad essere attiva, finchè esiste la proprietà della vettura.

    Pertanto, supponiamo che l’assicurato Bianchi, contrae una polizza di questo tipo, prevedendo un utilizzo dell’auto, ad esempio, tre giorni alla settimana, i dispari, oppure, i fine settimana, dal venerdi sera alla domenica notte. Il sig.

    Bianchi, in sede di stipula contrattuale, pagherà un premio base, chiaramente di gran lunga più basso rispetto ai premi standard e riceverà dall’assicuratore un contrassegno identico a quello che prevede la normale tariffa. Senonchè, avendo pattuito col proprio assicuratore, i giorni in cui prevederà di utilizzare il mezzo, in quei giorni avrà una copertura totale della polizza; laddove invece,per una qualsiasi ragione, dovesse adoperare l’auto nei giorni in cui ha stabilito debba restare ferma, in caso di sinistro, sopporterà una franchigia di 5.000 euro che la Compagnia richiederà all’assicurato nel caso in cui avesse pagato, per suo conto, importi pari o maggiori ad essa. Attenzione, nel caso il danno eventualmente risarcito dalla Compagnia fosse di minore importo, all’ assicurato viene richiesta l’effettiva somma pagata in caso di sinistro, anche al di sotto della franchigia stessa.

    Questo interessante tipo di contratto, prevede tutta una serie di condizioni che si possono, di volta in volta, personalizzare in relazione alle esigenze dell’assicurato. Per esempio è possibile, acquistare interi “pacchetti” di giorni, 30/60/90, ad esempio in blocco, oppure frazioni di essi. Così come è possibile prevedere l’utilizzo dell’auto al momento in cui serve, previa telefonata ad un numero verde, attivo 24 ore su 24, dove comunicare anche con qualche ora di anticipo o anche meno, in alcuni casi, l’uso che si intende fare dell’auto, comunicando, successivamente, alla compagnia, sempre allo stesso numero, il momento in cui l’auto è stata riposta in garage.

    Ferma sempre, in tutti i casi, la possibilità di usufruire della vettura, in qualsiasi momento, ben sapendo della franchigia che grava a carico dell’assicurato in quei giorni esclusi dalla garanzia acquistata.

    Così come, per concludere, la franchigia non entra in azione, neanche in caso di utilizzo dell’auto, fuori dal pacchetto di giorni acquistati, al verificarsi dei seguenti eventi:

    ·
    Laddove l’utilizzo del veicolo indicato in polizza al momento del sinistro sia dovuto a stato di necessità;
    · Quando il veicolo sia guidato da un addetto preposto alla riparazione del veicolo stesso;
    · Qualora l’Assicurato abbia perso la disponibilità del mezzo a seguito di fatto doloso di terzi penalmente rilevante;
    ·
    Quando il veicolo si trovi in sosta a motore spento.

    Riteniamo davvero interessante questa opportunità in più, che viene offerta, più o meno, sul modello adottato dai gestori telefonici con la vendita di servizi prepagati relativamente all’utilizzo che si intenderà fare del telefonino, senza canoni e abbonamenti prefissati anche quando non lo si usa, con la differenza che, nel caso della RC auto, il contratto base, è sempre attivo e la copertura vige 24 ore al giorno, sempre.

    788

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assicurazione autoMondo auto
    PIÙ POPOLARI