RC auto: niente diminuzione di tariffe con indennizzo diretto

da , il

    CID per indennizzo diretto

    Chi si aspettava una diminuzione delle tariffe a seguito dell?introduzione dell? indennizzo diretto avrà modo di restare deluso, poiché, da parte delle Compagnie di assicurazione non v?è alcuna intenzione di ridurre i premi di assicurazione, almeno fino a quando il sistema non si rodi da solo e ciò, secondo i vertici delle Compagnie, non potrà avvenire prima di un anno e questo è anche il pensiero espresso dal direttore dell?Ania, Vittorio Verdone.

    Allibite le Associazioni dei Consumatori, a partire da Adusbef con il suo presidente Elio Lannutti e Federconsumatori con Rosario Trafiletti i quali sostengono che, ?i circa 2 miliardi di Euro annui che potrebbero essere risparmiati con il taglio di tutte le allucinanti consulenze “peritali” siano o mantenute dagli stessi periti con operazioni che non stentiamo a definire impraticabili o perché vogliono intascare aumentando gli immensi guadagni che già oggi le compagnie di assicurazione fanno.

    Non dimentichiamo, infatti, che le tariffe RC auto sono aumentate nel decennio del 125 % e che si sta profilando dalle denuncie di molti cittadini un’ulteriore aumento di circa il 12% portando la tariffa media del RC auto ad un livello inaccettabile di ? 935?.