Renault New Scénic, le ragioni di un successo

Con Renault New Scénic, infatti, la Casa francese conferma il proprio impegno volto ad offrire un prodotto destinato a soddisfare le difficili esigenze della famiglia moderna la cui ricerca del confort e dello spazio si fa sempre più crescente e dove la qualità diviene elemento centrale destinato a fare la differenza

da , il

    Renault New Scénic, le ragioni di un successo

    Perché Renault Scénic è la monovolume familiare che gli europei hanno prescelto da almeno un decennio? Perché nonostante la crisi dell’auto la Scénic continua a raccogliere consensi da parte del mercato?

    Interrogativi che meritano risposta e che hanno incitato Renault a fare sempre meglio al punto che, dopo due generazioni caratterizzate ognuna dal grande successo di pubblico, Renault presenta la New Scénic, certa che anche stavolta il successo è destinato a replicarsi.

    Con Renault New Scénic, infatti, la Casa francese conferma il proprio impegno volto ad offrire un prodotto destinato a soddisfare le difficili esigenze della famiglia moderna la cui ricerca del confort e dello spazio si fa sempre più crescente e dove la qualità diviene elemento centrale destinato a fare la differenza; ne consegue che proprio quest’ultima caratteristica dovrà essere sempre volta al miglioramento del prodotto, destinato a durare nel tempo, un imperativo assoluto cui Renault non si sottrae mai, men che meno con la New Scénic.

    Provare per credere, toccare con mano per accorgersi dell’attenzione che la Casa ha riservato alla New Scénic per rendersi conto che di un’auto di grande qualità parliamo, lo si vede bene assistendo alla cura riposta ai materiali impiegati negli interni caratterizzati dalle linee eleganti e moderne dove lo spazio diviene l’essenza per un’auto che si rivolge, in primis, alle famiglie.

    Sette posti comodi, bagagli compresi

    Sette posti, dunque, sette sedili che è possibile eliminare temporaneamente a seconda delle esigenze di spazio, fatto questo che rende versatile la vettura, grazie anche alla grande attenzione riservata dalla Casa per i bagagli e non solo, una disposizione razionale dei numerosi vani e nicchie portaoggetti evita ai passeggeri di separarsi da quelle cose che si è soliti portare a bordo, un’esigenza che Renault conosce bene, tant’è che ha previsto un volume di tali vani pari a 92 litri, il tutto disposto in modo pratico e senza dimenticare le prese 12 V presenti in ogni fila.

    Comandi versatili e intuibili

    Il benessere a bordo diviene dunque centrale per Renault, basterà osservare la disposizione dei comandi principali, intuitivi, facili da raggiungere e belli da vedersi, come accade con la console centrale che congloba il navigatore satellitare, il freno a mano ed il comando di regolazione della velocità e poiché il confort di bordo in una monovolume non va mai trascurato, occhio alla terza fila di sedili, generalmente un po’ sacrificata; in New Scènic questo non accade, visto che anche in questo caso i tre sedili hanno goduto della medesima attenzione riservata a tutte le altre file di sedili. Il tutto in un ambiente accogliente e luminoso complice in questo le ampie superfici vetrate ed il grande tetto panoramico in cristallo. Insomma, un’auto che riunisce una silhouette moderna, accogliente, tecnologica e confortevole.

    Motori moderni, potenti, a basso consumo

    La cura dei motori che Renault ha riposto per la New Scènic è stata quasi maniacale diversificando la gamma di proposte offrendo per ogni soluzione una risposta adeguata alle esigenze del cliente.

    Diversi i propulsori della serie dCi e TCe, entrambi rinnovati e caratterizzati dai bassi consumi e dal basso impatto ambientale.

    Solo un esempio per meglio intendere lo sforzo di Renault concentrato nella realizzazione di motori moderni; il propulsore dCi 110 FAP, un diesel di 1.500 cc. di cilindrata e 110 cavalli di potenza con filtro antiparticolato di serie che proprio per le caratteristiche antinquinanti per il quale si caratterizza è stato possibile ascrivere la vettura alla categoria Renault eco2, un motore che consente consumi di 5,3 litri/100 chilometri, complice in questo anche il versatilissimo cambio a sei rapporti. Un motore che, oltretutto, non richiede eccessiva manutenzione, si pensi alla possibilità di procedere ad un cambio completo dell’olio ogni 30.000 chilometri oppure ogni due anni, la sostituzione del filtro del gasolio ogni 60.000 chilometri e della cinghia distributiva ogni 160 mila chilometri mentre il filtro antiparticolato è garantito a vita. Della stessa famiglia dCi esistono inoltre versioni più potenti a seconda delle esigenze di chi le sceglie.

    Per gli amanti dei motori a benzina, Renault Scènic è proposta con due propulsori: TCe 130, moderna unita turbocompressa 16v di soli 1.400 cc. di cilindrata, senza dimenticare il 1.600 cc. di cilindrata, 16 valvole, da 110 cavalli di potenza.

    La sicurezza attiva e passiva, l’impegno di Renault per la New Scénic

    Numerosi equipaggiamenti previsti per prevenire gli incidenti, una grande attenzione alla tecnologia che partecipa alla guida notturna nel massimo confort, una grande considerazione al comportamento stradale e della frenata, sono i tasselli del mosaico completo che fa di Renault New Scénic una delle vetture più sicure della categoria.

    I prezzi, una gradita sorpresa

    E, dulcis in fundo…. Come non pensare ai prezzi di vendita previsti per la Renault New Scénic, fra le più convenienti del mercato, una sorpresa che coglierà chiunque si avvicini a quest’auto e che si scoprirà direttamente in concessionaria, visto che in quella sede è sempre prevista la formula personalizzata in base alle caratteristiche e alle esigenze del cliente.