Ricarica wireless auto elettriche, la richiesta triplicherà in 8 anni

Ricarica wireless auto elettriche, la richiesta triplicherà in 8 anni
da in Auto Elettriche, Curiosità Auto
Ultimo aggiornamento:

    Ricarica wireless

    E’ un mercato che varrà nel 2012 ben 12.1 miliardi di euro, secondo le stime di Pikes Research, quello dei sistemi di ricarica wireless per i mezzi elettrici. Sarà il futuro, con un incremento della diffusione nei prossimi 8 anni che si valuta triplicato rispetto alla domanda attuale. Potenzialità enormi, che favorirebbero la diffusione dei mezzi elettrici, attualmente frenata dalla loro autonomia e dalla capillarizzazione dei punti di ricarica sul territorio. In Italia, ancor più che altrove, il tema è di quelli cruciali. Si aggiunga anche il fatto che gli investimenti per agevolare l’acquisto delle auto elettriche e per installare le stazioni di ricarica sono minimi, ed ecco che la diffusione stenta a decollare. Proprio quando si affacciano alternative per la mobilità urbana a basso costo, sarebbe quindi importante sviluppare la rete di punti di ricarica. In attesa che si intervenga su questo fronte, a Los Angeles (altra sensibilità sul tema dell’auto elettrica) al 26° Electric Vehicle Symposium è stata presentata quella che sarà la strada del futuro.

    Addio ai cavi per ricaricare le batterie dei veicoli elettrici, si farà tutto senza fili.

    Il sistema studiato dall’Università dello Stato dello Utah si compone di quattro elementi: la postazione di ricarica, una piattaforma che riceve l’energia ed è posizionata sul terreno, un “ricevitore” installato sul fondo del veicolo elettrico e una centralina di gestione che provvede a inviare la corrente al pacco batterie.

    Basterà posizionarsi sulla piattaforma perché la ricarica wireless abbia inizio. E’ un primo passo verso la soluzione più futuristica in assoluto, quella della ricarica in movimento. Qualcosa in tal senso si sta muovendo in Corea del Sud, dove piccoli veicoli elettrici sono impegnati a testare la ricarica in movimento, una soluzione certamente più complessa e che si scontra con la stessa conformazione delle arterie stradali, che andrebbero ripensate in funzione di questo utilizzo “combinato”.
    Il primo esperimento dei ricercatori dell’Università dello Utah si svolgerà la prossima estate, quando un autobus si muoverà lungo un percorso di circa 2 km all’interno dell’università. Una scelta “ideale” quella di un autobus, destinato a percorrere sempre lo stesso tragitto e con soste predefinite. La fiducia dei ricercatori si spinge a pronosticare dei prototipi industrializzabili entro 18 mesi, mentre in 3-5 anni la ricarica wireless attraverso delle piattaforme sul terreno potrebbe divenire realtà.
    Se guardiamo agli aspetti più concretamente sfruttabili da questa soluzione, per la mobilità quotidiana di un domani in cui le auto elettriche saranno la norma, è facile pensare a parcheggi attrezzati con piazzole wireless, dove lasciare l’auto e riprenderla con le batterie cariche, almeno in parte.
    Non resta che confidare nello sviluppo di questa originale soluzione, poi toccherà investire per creare una rete sul territorio.

    490

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto ElettricheCuriosità Auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI