Salone di Francoforte 2009: Aston Martin Rapide

Che la Aston Martin Rapide fosse una vettura importante non è certo un mistero, che lo è ancor di più in virtù dei competitors che cercano di sbarrarle la strada è ancora più concepibile, stante il fatto che il segmento per vetture di questo tipo appartenenti all’olimpo delle auto di lusso va facendosi ogni anno più affollato

da , il

    Salone di Francoforte 2009: Aston Martin Rapide

    Se ne è parlato a più riprese da almeno tre anni e mezzo, ma adesso è arrivata l? ora magica per la Aston Martin Rapide, che fa bella mostra di sé al Salone di Francoforte 2009 .

    Che la Aston Martin Rapide fosse una vettura importante non è certo un mistero, che lo è ancor di più in virtù dei competitors che cercano di sbarrarle la strada è ancora più concepibile, stante il fatto che il segmento per vetture di questo tipo appartenenti all?olimpo delle auto di lusso va facendosi ogni anno più affollato.

    Lo dimostra la recente presentazione della Porsche con la Panamera, una quattro porte che coniuga il confort della berlina con la sportività della coupè, elementi questi già presenti nella Rapide, ma non è solo la concorrente di Lipsia eventualmente ad impensierire l?ex britannica, anche l?italiana Maserati Qauttroporte ci mette del suo per rendere tutto ad ostacoli il percorso della Rapide, per non contare che nel tempo altre auto similari, almeno come impostazioni, potrebbero partecipare attivamente a sbarrare la strada alla Rapide, un esempio; la Lamborghini Estoque.

    Detto questo, vediamo come si presenta la prima quattro porte della storia di Aston Martin alla luce dello spazio ad essa riservato al Salone di Francoforte 2009 e lì scopriamo immediatamente che trattasi di un?auto concepita per quattro passeggeri che vengono accolti dallo spiegamento delle portiere ad ali di gabbiano che mettono in luce i sedili sportivi della vettura, dove il lusso è davvero di ? casa?, si pensi alla climatizzazione individuale per tutti e quattro gli occupanti e non solo, si veda anche la grande attenzione che la vettura dedica anche ai bagagli dei propri occupanti, con un piano di carico a disposizione di oltre 300 litri di capienza ma che all?occorrenza divengono 750 agendo sui sedili.

    Ma, design e confort a parte, il pezzo forte è pur sempre rappresentato dal motore, uno strepitoso 12 cilindri di ben 6,0 litri di cilindrata da 470 cavalli di potenza che lo rende quanto mai proteso a confrontarsi con i competitors di cui sopra, ma rispetto a questo, la ex britannica ai viaggi vi si dedica con maggiore discrezione, coccolandosi i passeggeri e garantendo ai viaggi quella grinta necessaria per far correre veloce e sicura la vettura nei lunghi viaggi che è disposta a regalare. Il tutto completato con un precisissimo cambio a sei rapporti Touchtronic automatico o sequenziale.

    Quando vedremo per strada la Aston Martin Rapide? I primi mesi del prossimo anno, ad un prezzo ancora? top secret!