Porsche 918 Spyder Hybrid, potente e pulita

La Porsche 918 ibrida è stata presentata al Salone di Ginevra 2010

da , il

    porsche 918 spyder ibrida

    Ecco l’ibrida di casa Porsche, attesissima al Salone di Ginevra 2010. Parliamo della Porsche 918 Spyder Hybrid che vedete in foto. Faremo un po’ di fatica a concentrarci sugli aspetti tecnici – primari a Ginevra – piuttosto che sul suo appeal. La vettura è un’ibrida plug-in, equipaggiata con un sistema propulsivo performante e pulito. Vediamo nel dettaglio cosa, esattamente, è capace di garantire un consumo di soli 3 litri di carburante ogni 100 chilometri di marcia.

    Il motore termico è un otto cilindri a V, da 3,4 litri di cilindrata. I due motori elettrici abbinati sono invece capaci di sviluppare in concerto altri 220 cavalli di potenza. Il tutto assicura prestazioni da vera Porsche: accelerazione da 0 a 100 Km/h in soli 3,2 secondi e velocità massima raggiunta 320 Km/h. Con quei consumi striminziti, cosa chiedere di più? Secondo quanto spifferato, la vettura è in grado di compiere il giro del Nuerburgring in soli 7 minuti e 30 secondi. Il motore è abbinato a un cambio PDK a sette velocità.

    Il motore elettrico, alimentato da batterie agli ioni di litio, è collegato a un sistema di recupero dell’energia in fase di frenata ed raffreddato ad acqua. E’ alloggiato dietro il sedile del passeggero e concorre con il suo peso alla stabilità della vettura. In tutto la Porsche 918 Spyder ibrida presentata al Salone di Ginevra pesa 1.490 chili, grazie anche all’utilizzo di materiali iperleggeri.

    Può essere guidata secondo diverse modalità, a seconda della portata ecologica che s’intende sfruttare. Con la guida E-Drive si utilizzano i soli propulsori elettrici, per una resistenza massima di 25 chilometri. In modalità Hybrid si possono utilizzare entrambi i propulsori, con un occhio particolare ai consumi, mentre i modalità Sport Hybrid sono le prestazioni a essere favorite. Con Race Hybrid si sfrutta invece tutta la potenza della vettura.

    Salone di Ginevra: novità e informazioni utili