Salone di Ginevra 2010: stand Hyundai

Hyundai presenta al Salone di Ginevra diverse novità, tra cui la i-Flow, la ix35 FCEV e la Hyundai i30U, restyling della i30

da , il

    Abbiamo visto una ad una le novità presentate da Hyundai al Salone di Ginevra 2010. Riassumiamo ora tutto lo stand della casa giapponese. La novità maggiore è stata la Hyundai i-Flow, prototipo ibrido fedele al Fluidic Sculpture. Filante e articolata, appunto “fluida”, la sua linea non sarà improgionata nello status di prototipo per sempre. In un futuro non meglio precisato la i-Flow verrà riproposta, probabilmente con il nome di i40, dovendo rappresentare il segmento D in listino.

    La concept car monta un motore diesel da 1,7 litri, affiancato da un propulsore elettrico alimentato da batterie al litio. La Hyundai i-Flow garantisce un consumo di 3 litri di carburante ogni 100 chilometri.

    La seconda proposta del Salone di Ginevra è la Hyundai i30U, ovvero il restyling in anteprima della i30, che va in produzione proprio in questi giorni. La nuova Hyundai i30 sarà caratterizzata da motorizzazioni più pulite ed efficienti e beneficierà della garanzia quinquennale Triple 5. Dal restyling ci si aspetta lo stesso successo riscosso dal modello attuale, che ha dato a Hyundai una marcia in più nel mercato europeo.

    UItima proposta del Salone di Ginevra, la Hyundai ix35 FCEV, vale a dire il noto Suv equipaggiato con motore a idrogeno. La vettura raggiunge i 650 chilometri di autonomia e sviluppa una potenza pari a 330 cavalli. Purtroppo questo non è un buon momento per l’idrogeno; le case che l’avevano additato come baluardo del futuro lo hanno messo da parte o abbandonato. Tuttavia non è produttivo lasciare a sé stesso il know-how finora accumulato, quanto portare avanti la ricerca per avvicinare il debutto commerciale delle auto fuel-cell. Hyundai presenta a questo proposito la sostituzione della grafite nel pacco celle, soluzione che dovrebbe comportare un risparmio nei costi dei materiali.