Motor Show Bologna 2016

Salone di Parigi 2010: Sergio Marchionne e la sua strategia

Salone di Parigi 2010: Sergio Marchionne e la sua strategia

Sergio Marchionne illustra la strategia Fiat in direzione della ripresa 2011

da in Auto nuove, Mercato Auto, Mondo auto, Salone di Parigi 2016, Sergio Marchionne
Ultimo aggiornamento:

    salone di parigi marchionne

    Al Salone di Parigi 2010 non c’è spazio solo per i nuovi modelli, ma anche per i tradizionali pronostici di mercato degli AD di turno. Prendiamo il caso di Sergio Marchionne, uno dei tanti vertici che nascondono male il pessimismo cosmico sulla ripresa del mercato. Secondo Marchionne per il mercato dell’auto italiano “il peggio è veramente passato”. Insomma, non resta più neanche un fondo da scavare. Di che ci preoccupiamo?

    Quello che si aspetta la Fiat nei prossimi mesi è un primo trimestre del 2011 “ancora debole”, che impone la necessità di “aspettare che si ristabilisca una distribuzione equa dei segmenti A, B, C e D e gli altri in Italia”.

    Questo perché i segmenti più venduti negli ultimi tempi, com’era anticipabile, sono stati quelli in linea con le nuove tendenze al downsizing, cioè A e B, che hanno ricevuto, all’epoca, gli incentivi a valanghe.

    Ancora 12 mesi, assicura Sergio Marchionne, e tutto tornerà alla normalità; il mercato auto si riallineerà ai gusti dei consumatori.

    Per quanto riguarda i nuovi modelli, la timidezza del Gruppo Fiat fa parte di una strategia ben precisa: “Lanciare prodotti in un mercato così strutturalmente debole non valeva la pena.

    Abbiamo risparmiato le cartucce e lanciato soltanto la Giulietta di recente. Tutto ciò che sta uscendo dalla pancia della Fiat entrerà nel mercato tra la fine del 2011 e il 2012″. E lo aspetteremo.

    287

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveMercato AutoMondo autoSalone di Parigi 2016Sergio Marchionne

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI