Salone di Ginevra 2017

Tutte le migliori novità auto presentate al Salone di Ginevra 2017. Su AllaGuida tutte le auto esposte alla kermesse, insieme a consigli, date, mappa, indirizzo, come arrivare e prezzo dei biglietti.

Sbarro Autobau, l’auto più… bizzarra del Salone di Ginevra

Sbarro Autobau, l’auto più… bizzarra del Salone di Ginevra

Questa è senza dubbio l'auto più

da in Mondo auto, Salone di Ginevra 2017, Supercar
Ultimo aggiornamento:

    sbarro autobau

    Bizzarra è dir poco. Lo strano aggeggio che vedete in foto non è, come potrebbe sembrare un rasoio elettrico. E non è neanche l’anello mancante tra gli insetti e i falciaerba. La Sbarro Autobau è un prototipo celebrativo, realizzato per ricordare Fredy Lienhard, ex pilota svizzero campione nel 1997 della 24 Ore di Zolder e nel 2002 della 24 Ore di Daytona. Lienhard è anche il fondatore dell’area industriale Autobau, sita sulle sponde del lago di Costanza in Svizzera. E mentre decidiamo a chi conferire il primato di scelleratezza – se alla vettura o al suo nome – guardiamola da vicino.

    Le proporzioni sono da pista ma l’insieme è appesantito da diverse aggiunte scenografiche, dalle pinne nere sulle portiere alla inspiegabile cresta sul cofano. E che dire del frontale? Davanti spiccano sei lame d’acciaio, perfette decorare le frappe, e due gruppi ottici allungati che poggiano su “spalle” definite.


    Il design della Sbarro probabilmente voleva essere originale, e questo glielo riconosciamo senza sforzo. Poche auto possono possono vantare di aver suscitato tanto imbarazzo. Forse The Rocket, la Gheddafi-car.

    Veniamo agli aspetti tecnici della vettura, che seppur esigui sono degni di nota. La Sbarro Autobau pesa più o meno 1.450 chilogrammi e monta il motore di una Ferrari, un 12 cilindri a V capace di sviluppare 550 cavalli di potenza, associato a un cambio da sei rapporti. Ci siamo permessi di leggere i commenti dei colleghi della stampa internazionale.

    C’è chi addita allo “spreco di un buon motore” e chi quasi quasi si rifiutava di pubblicarne l’immagine. Ci dispiace per il signor Sbarro, ma la classe non è acqua e guarda caso… Lamborghini, Ferrari, Maserati… sono tutte di concezione italiana.

    320

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo autoSalone di Ginevra 2017Supercar
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI