Sciopero benzinai cancellato

Cancellato lo sciopero dei benzinai, nonostante tutto il prezzo della benzina continua ad essere alto e si prospettano nuovi aumenti con l'inizio del nuovo anno

da , il

    sciopero benzinai 2011

    Come anticipato ormai da tempo con il nuovo anno dovrebbe arrivare anche un nuovo aumento dei prezzi della benzina, che al momento non sono sicuramente bassi. Nonostante lo sciopero da parte dei benzinai sia stato cancellato, continuano comunque ad esserci problemi in merito. Il Ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani ha comunicato ufficialmente ai rappresentanti dei gestori l’inserimento del tanto agoniato bonus da 24 milioni di euro.

    Il principale motivo della discordia era proprio quello del bonus, ma in questo modo si è evitato che i lavoratori dei distributori incrociassero le braccia, soprattutto in un periodo molto delicato come è quello delle festività natalizie, in cui gli spostamenti in macchina sono molto numerosi. L’aumento dei prezzi dei carburanti continuerà invece a essere presente e si prospetta una nuova ondata di rincari per il 2011. Secondo un monitoraggio fatto da Quotidiano energia, la media nazionale del prezzo è di 1,47 euro il litro per la benzina e di 1,35 per il gasolio. I picchi sono prevalentemente, come troppo spesso accade in questi casi, al sud Italia, stimati in 1,5 euro.

    Le cause non sono così facili da individuare, si devono sicuramente considerare il gelo che ha travolto il Nord Europa e la svalutazione dell’euro sul dollaro. Un problema ultimamente troppo frequente che sta portando notevoli polemiche in merito e che non sembra destinato a trovare una facile conclusione. Sarebbe forse opportuno anche per il nostro Paese seguire gli esempi che vengono dall’estero per cercare di migliorare sotto questo aspetto e rendere la vita degli automobilisti meno complicata e anche molto meno dispendiosa.