Salone di Parigi 2016

Sicurezza alla guida: 10 regole della FIA da tenere bene in mente [FOTO]

Sicurezza alla guida: 10 regole della FIA da tenere bene in mente [FOTO]
da in Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento: Martedì 09/06/2015 18:02

    10 regole FIA per la sicurezza alla guida

    In tema di sicurezza stradale non è mai troppa la prudenza. Ecco che, quindi, vi proponiamo 10 preziosissime regole, proposte niente meno che dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA), che riguardano la sicurezza alla guida e vari modi per massimizzarla. Non possiamo affidarci al buonsenso altrui o agli oramai numerosi sistemi di sicurezza attiva e passiva delle auto di oggi. La sicurezza è qualcosa che nasce da noi: proprio per questo bisogna ricordarsi molto bene queste poche e semplici regole che andremo ora a vedere nel dettaglio.

    Allacciare le cinture di sicurezza

    Regola numero uno, importantissima: allacciarsi (sempre) le cinture di sicurezza. Che voi siate alla guida, che siate seduti davanti, che siate seduti dietro. Le cinture di sicurezza vanno messe perchè vi salvano la vita.

    Rispettare il codice della strada

    Se ci sono delle regole, ci sarà un motivo, no? Ecco che la seconda regola d’oro per la sicurezza stradale suggerita dalla FIA riguarda proprio questo aspetto: rispettare il Codice della Strada. Non devono esistere frasi tipo: “ma tanto non succede niente anche se faccio così” oppure “non c’è nessuno”. Bisogna guidare in modo prudente e in linea con le regole.

    Rispettare i limiti di velocità

    La regola numero tre possiamo dire che sia una conseguenza della due. Bisogna sempre rispettare i limiti di velocità, specialmente in autostrada o nelle zone urbane. Per quanto riguarda l’autostrada non bisogna correre troppo perchè basta pensare che a 130 km/h (entri i limiti quindi) si percorrono oltre 36 metri in un secondo. Basta che abbassiate lo sguardo un secondo, o che abbiate la minima distrazione, per ritrovarvi addosso alla macchina davanti. E in città bisogna pensare che gli imprevisti sono, letteralmente, dietro l’angolo.

    Controllare gli pneumatici

    Quarta regola: controllare gli pneumatici. Bisogna tenere presente che le gomme sono l’unico elemento di contatto tra il veicolo e la strada, quindi devono sempre essere in condizioni ottimali. E non stiamo solo parlando di verificare che non siano troppo consumate o che non siano danneggiate. È anche molto importante verificare la corretta pressione di gonfiaggio.

    Guidare solo da lucidi

    Questa più che una regola per la sicurezza stradale dovrebbe essere una regola di buonsenso. Bisogna guidare solo se si è lucidi, niente stanchezza e, soprattutto, niente alcol. Perchè se si guida non al 100% delle proprie capacità si è un rischio per se stessi, ma soprattutto per gli altri.

    Proteggere i bambini

    Per i bambini non è sufficiente allacciare la cintura. Loro sono più piccoli ed hanno una costituzione diversa dagli adulti: è per questo che sono stati sviluppati i seggiolini, per adattare la loro fisionomia ai sistemi di sicurezza dell’auto. Non bisogna assolutamente trascurare i seggiolini, convinti che servano a poco: se il bambino non è alla giusta altezza, la cintura di sicurezza non serve a niente ed è come non averla.

    Non distrarsi alla guida

    Anche in questo caso la regola riguarda il buonsenso. Alla posizione numero sette troviamo “non distrarsi”. Certo, perchè come abbiamo già avuto modo di ricordare prima, in un solo secondo di disattenzione si percorrono decine di metri. Basta guardare in basso per cambiare la stazione radio, cercare qualcosa finito sotto al sedile o, peggio ancora, mandare un messaggio con il cellulare. Se tutte queste cose non possono proprio aspettare, piuttosto accostate un momento o fatele quando siete in coda al semaforo.

    Fermarsi quando si è stanchi

    Se si deve guidare solo quando si è lucidi, come ci ricorda la regola numero cinque, ecco che anche la numero otto ha pieno senso. Se si è stanchi non dobbiamo fare gli eroi, convinti di essere invincibili: possiamo fermarci a riposare un po’ quando si è assonnati. È meglio arrivare qualche ora dopo a destinazione, piuttosto che correre il rischio di non arrivare proprio. No?

    Indossare il casco

    Così come in auto bisogna sempre allacciare le cinture di sicurezza, quando si viaggia in moto dobbiamo sempre indossare il casco. Si tratta di una precauzione che ci salva (per davvero) la vita. Non bisogna partire dal presupposto che “difficilmente” ci può succedere qualcosa se non indossiamo il casco. Gli incidenti capitano, purtroppo, ed è per questo che ci dobbiamo proteggere.

    Essere cortesi

    Perchè tutti gli automobilisti sono sempre così nervosi ed incattiviti verso il prossimo? Sinceramente non me lo so spiegare, ma ad ogni modo dobbiamo cercare di far partire il cambiamento proprio da noi stessi. Se qualcuno ci taglia la strada, cerchiamo di non insultargli tutta la famiglia. Se qualcuno cerca di immettersi nella nostra corsia, lasciamogli strada anzichè cercare di ostacolarlo a tutti i costi. Viviamo tutti meglio così e se siamo più tranquilli siamo anche più lucidi alla guida.

    1213

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI