Sicurezza stradale: nasce Interactive

Sette case automobilistiche fondano un consorzio per implementare un progetto di ricerca a favore della sicurezza stradale

da , il

    sicurezza stradale interactive

    Ecco un’altra iniziativa per la sicurezza stradale. Questa volta non parliamo di operazioni di sensibilizzazione pubblica -poco efficaci – ma di progetti di ricerca strutturati. Il programma in questione è Accident Avoidance by Active Intervention of Intelligent Vehicles, un nome complicato per un’idea semplice e funzionale: unire risorse e competenze complementari per dar vita a un attività di ricerca continuativa. Il consorzio, per gli amici si chiama InteractIVe e vede la partecipazione di diverse grandi realtà del settore automotive e non solo.

    Tra le case automobilistiche che hanno aderito vi sono Ford, Bmw, Volvo e Volkswagen. In tutto si annoverano sette case automobilistiche, sei imprese legate alle stesse da rapporti di fornitura, ben 14 organi indipendenti di ricerca e tre altre realtà aziendali. Il territorio di riferimento è quello europeo.

    Il consorzio è stato inaugurato in Germania, presso il Centro Ricerca Ford di Aachen. Il progetto dura tre anni e mezzo e vedrà lo sviluppo di nuovi dispositivi per la sicurezza stradale, nonchè il collaudo di certi già esistenti.

    Tra i tanti sistemi innovativi per la sicurezza, la lente d’ingrandimento è su quelli in grado di segnalare il pericolo imminente al conducente distratto; alcuni, i più avanzati, includono la possibilità di freno automatico – o altre reazioni di prevenzione dell’eventuale collisione – in caso di mancata risposta da parte di chi è alla guida.