Sicurezza stradale: troppi cartelli abusivi

Sicurezza stradale: troppi cartelli abusivi

E l’intenzione degli esponenti politici è quella di mostrarsi più severi in sede di autorizzazione con chi reitera nelle infrazioni e più di manica larga con chi rispetta le leggi

da in Codice della strada, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    cartelli stradali

    Le strade possono essere pericolose non soltanto per lo stato del manto o per via della corretta manutenzione dei guardrail, ma, addirittura, a causa dei cartelli pubblicitari non inseriti correttamente.

    Addirittura si giunge al paradosso evidente di quanto avviene a Milano e provincia, dove su duecentocinquanta cartelli pubblicitari 210 sono abusivi e 40 regolari, ecco il motivo per cui l’Amministrazione provinciale provvederà alla loro rimozione.

    E l’intenzione degli esponenti politici è quella di mostrarsi più severi in sede di autorizzazione con chi reitera nelle infrazioni e più di manica larga con chi rispetta le leggi. Al punto che sarà possibile con l’aiuto dell’elettronica, dotare di un chip il cartello e “farlo leggere” alla Polizia Provinciale in transito, tutto ciò servirà a censire la cartellonistica stradale.

    Restituiremo il bordo strada alla segnaletica stradale, all’arredo urbano e al verde”, ha sottolineato l’assessore alle Infrastrutture e alla mobilità Giovani De Nicola “ma, soprattutto, romperemo il paradossale meccanismo che vede il bilancio dell’attività in perdita”. Già, perché le poche volte che si sanziona l’abuso, il trasgressore paga una multa di appena 389 euro ad impianto più le spese di rimozione, pari a circa 300 euro.

    Una cifra ridicola rispetto alla tariffa fatta pagare all’inserzionista.

    Ci si augura che l’esempio milanese possa essere intrapreso anche da altre amministrazioni pubbliche.

    262

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Codice della stradaMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI